Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gli italiani più isolati dal mondo, l'avventura in Antartide

Giovedì 23 Dicembre 2021
Video

A 15 mila chilometri da casa sono gli umani più isolati del pianeta. Si tratta dei 140 ricercatori e tecnici che passeranno le festività di fine anno nelle basi italiane in Antartide. Il PNRA è il Programma nazionale di ricerche in Antartide, finanziato dal Ministero Università e Ricerca (MUR) e gestito da ENEA per la parte logistica e dal CNR per quella scientifica. Prevede delle basi italiane al Polo Sud, a temperature ben al di sotto dello zero: la Mario Zucchelli e la Concordia. Anche il 25 dicembre non mancherà il lancio del pallone-sonda dell’Osservatorio meteo-climatologico dell’ENEA. Ma nelle basi il Natale si festeggerà anche grazie alla creatività e all’inventiva di chef d’eccezione. Alla Mario Zucchelli il lavoro dello chef Francesco Lubelli è reso gravoso dal fatto che il cibo è conservato in una grotta scavata nel ghiaccio e raggiungibile solo in elicottero. Internazionale il menù proposto dagli chef Luca Ficara e Marco Smerilli a Concordia, la base italo-francese a oltre 3 mila metri d’altezza sul plateau antartico. Continuate a seguirci su ilmessaggero.it …alla prossima avventura con gli italiani al Polo Sud.

Ultimo aggiornamento: 24 Dicembre, 09:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA