Il video degli studenti su Google Arts
raccontato il Foro di Pompei

Sabato 5 Maggio 2018 di Paola Marano

Un viaggio virtuale dal Nord al Sud del Paese alla scoperta dei tesori d’Italia con dei ciceroni nativi digitali: i ragazzi del pluripremiato progetto «La scuola adotta un monumento®». La Fondazione Napoli Novantanove entra ufficialmente a far parte di Google Arts & Culture, la piattaforma tecnologica sviluppata da Google per promuovere e preservare la cultura online. Lo fa grazie a una mostra 4.0 che racchiude circa 150 video sulla piattaforma (da oggi online su https://artsandculture.google.com/partner/fondazione-napoli-novantanove), e che vede protagonisti gli studenti delle 1.500 scuole di 450 Comuni italiani che aderiscono all' ultraventennale iniziativa, coinvolgendo quasi 30.00 alunni. Tra questi anche quelli dell’istituto comprensivo Matteo della Corte di Pompei, autori di un video dedicato proprio al Foro degli Scavi della loro città. Con indosso una toga, nel filmato i ragazzi interpretano i personaggi dell’Antica Roma per condurre i visitatori in un tempo lontano alla ricerca degli usi e dei costumi della vita dei fanciulli, tra scuola e ludi, e quella commerciale del cuore pulsante di ogni città romana.
 


 
Chiese, palazzi, castelli, piazze, fontane, monumenti ai caduti, biblioteche, musei, parchi, fiumi, canali, strade, ponti, sentieri, grotte, alberi, spiagge, baie, torri, siti archeologici, edicole votive: grazie al progetto gli allievi delle scuole di tutta Italia sono usciti dalle mura scolastiche per allargare il loro sguardo sulla storia artistica, culturale, storica, civile del luogo in cui vivono. La realizzazione delle storie virtuali ha dato loro la possibilità di raccontare il monumento prescelto, descrivendone le caratteristiche e rievocandone la storia; denunciandone, in alcuni casi il degrado; riconoscendone, in altri, il valore artistico e civile.
 
Google Arts & Culture è un nuovo spazio online che permette agli utenti di esplorare le opere d'arte, i manufatti e molto altro di oltre 1.500 musei, archivi e organizzazioni che hanno lavorato con Google per trasferire online le loro collezioni e le loro storie. Disponibile sul Web da laptop e dispositivi mobili, o tramite l'app per iOS e Android, il sito è pensato come un luogo in cui esplorare e assaporare l'arte e la cultura online.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA