Nola, danza paralimpica alla «Giordano
Bruno»: si balla con l’inclusione

Giovedì 5 Maggio 2022 di Carmen Fusco
Nola, danza paralimpica alla «Giordano Bruno»: si balla con l’inclusione

Prima che un percorso di danza un'esperienza di condivisione che ha fatto bene a tutti. E' stato questo a fare la differenza nel progetto "Danza sportiva e paralimpica a scuola" portato avanti dall'istituto comprensivo "Bruno - Fiore"diretto dalla dirigente scolastica Maria Iervolino. 

Dietro l'obiettivo dell'inclusione un lavoro partito dalla consapevolezza che la danza fa bene al corpo ed allo spirito.  Ed è stato all'aspetto psicologico che il maestro Gabriele Cretoso ha badato di più, interagendo con ogni singolo alunno coinvolto nell'iniziativa. 

"Manifestazioni come queste  - ha sottolineato la dirigente scolastica Maria Iervolino - rappresentano senza dubbio un momento fondamentale per i nostri alunni, vissuto come in una  grande famiglia che condivide soprattutto le difficoltà oltre che le gioie". 

Alla convention di chiusura, moderata dalla professoressa Rosaura Parisi,  hanno preso parte, tra gli altri, il sub commissario del Comune di Nola Gennaro De Santis, il coordinatore dell'Ambito sociale N23 Giuseppe Bonino  e la docente referente del progetto Maria Angela Russo. 

A collaborare per la riuscita dell'iniziativa sono state le docenti Maria Dubbioso e Giovanna Gatta. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA