Brad Pitt fa causa ad Angelina Jolie per aver venduto la villa in Provenza dove si erano sposati

Venerdì 18 Febbraio 2022
Brad Pitt fa causa (di nuovo) ad Angelina Jolie per aver venduto la sua quota della villa in Provenza dove si erano sposati

Ci eravamo tanto amati. Continua la guerra legale tra Brad Pitt e Angelina Jolie, ma stavolta non c'entrano i figli. L'attore ha fatto causa (di nuovo) all'ex moglie, colpevole di aver venduto ad un oligarca russo la sua parte di Château Miraval, la tenuta in Provenza (e i suoi preziosi vigneti) che condividevano dal 2008 e dove si erano sposati nel 2014.

Brad Pitt e Angelina Jolie: dopo il divorzio la lite per affari

Brad Pitt e Angelina Jolie: lui ottiene la custodia congiunta dei figli, ma lei ​promette battaglia

 

Brad Pitt fa causa ad Angelina Jolie: «È stato un dispetto»

Secondo i documenti depositati da Brad Pitt al Tribunale di Los Angeles, riporta "TMZ", l'attore e Angelina Jolie avevano sottoscritto un accordo secondo il quale nessuno dei due avrebbe potuto vendere la propria quota del castello e delle terre che lo circondano, senza il consenso dell’altra parte. Consenso che, in questo caso, evidentemente non c'è stato. Secondo i documenti presentati dall'accusa, l'attrice avrebbe voluto fare un dispetto all'ex marito, che negli ultimi anni si è appassionato al mondo dei vini. 

 

 

«Angelina Jolie ha effettuato la vendita all’insaputa di Brad Pitt, negandogli il diritto di consenso che gli doveva e il diritto di prelazione», si legge. Angelina Jolie «ha venduto la sua quota con la consapevolezza e l’intenzione che Shefler e i suoi affiliati avrebbero cercato di controllare l’attività a cui Pitt si era dedicato e di minare l’investimento di Pitt in Miraval».

Brad Pitt e Angelina Jolie avevano acquistato Château Miraval nel 2008 spendendo 28,4 milioni di dollari e l'attrice aveva versato meno della metà (circa 11,36 milioni). Così «sta cercando un ritorno economico su un investimento che non ha fatto e fare profitto su qualcosa che si è guadagnata», chiosa il documento.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA