Chiara Ferragni, l'aperitivo in elicottero sul ghiacciaio fa infuriare i fan: «Turismo cafone e capricci sfrenati»

Chiara Ferragni, l'aperitivo in elicottero sul ghiacciaio fa arrabbiare i fan: «Turismo osceno, cafone e distruttivo»
Chiara Ferragni, l'aperitivo in elicottero sul ghiacciaio fa arrabbiare i fan: «Turismo osceno, cafone e distruttivo»
Lunedì 5 Settembre 2022, 14:46 - Ultimo agg. 6 Settembre, 13:06
4 Minuti di Lettura

Dopo lo scatto da brividi a Ibiza Chiara Ferragni torna al centro delle polemiche. Questa volta per un aperitivo ad alta quota, in un ghiacciaio svizzero che l'influencer più seguita d'Italia ha raggiunto volando con elicottero privato direttamente da Milano. Una scelta decisamente poco sostenibile e che ha attirato un vespaio di polemiche in un momento in cui le conseguenze del cambiamento climatico - tra siccità ed eventi naturali estremi - sono sotto gli occhi di tutti e in cui migliaia di famiglie sono costrette a ridurre i propri consumi energetici a causa dell'impennata dei costi delle bollette.

 

Influencer più ricchi, chi sono e quanto guadagnano? Fino a 1 milione di euro per un singolo post

Chiara Ferragni e l'aperitivo in elicottero 

Come si evince dalle sue storie social, Chiara Ferragni, tornata dalla vacanza in famiglia ad Ibiza ha trascorso un weekend in Svizzera insieme all'amica Chiara Biasi e all'imprenditore Filippo Fiora. I tre amici hanno utilizzato due elicotteri privati per raggiungere un ghiacciaio ad alta quota in Svizzera. Lì li aspettava un tavolo apparecchiato dove hanno brindato con una bottiglia di Champagne. Storie e scatti condivisi sui social hanno fatto il giro del web e attirato decine di commenti. A colpire e ad apparire proprio una "beffa" è proprio la scelta del ghiacciaio come location: un ambiente estremamente fragile e sensibile ai cambiamenti climatici, come testimonia la recente tragedia avvenuta sulla Marmolada lo scorso luglio.  

La rabbia sui social «Turismo osceno, cafone e distruttivo»

Le stories di Chiara sono già scomparse, ma rimane il post dell'amico Filippo Fiora sotto il quale si possono leggere ancora decine di commenti (alcuni dei quali, si legge, sono stati anche cancellati):  «Per il semplice fatto che i meravigliosi ghiacciai che sorvolate si stanno sciogliendo centimetro dopo centimetro… sinceramente, non condivido assolutamente» scrive un utente. C'è chi li bolla l'iniziativa di «turismo osceno, cafone, distruttivo» e chi tuona «Viaggi di lusso e capricci sfrenati, che non hanno un limite. Dovreste solo vergognarvi». E questi sono solo alcuni dei commenti. 

Dall'elicottero alle vacanze in Jet privato, quanto inquina Chiara Ferragni? 

Non è la prima volta che l'imprenditrice digitale finisce al centro delle polemiche per i suoi comportamenti poco ecosostenibili. Lo scorso agosto infatti, Chiara Ferragni aveva scelto un Jet Privato come mezzo per raggiungere Ibiza, la destinazione della sua vacanza, insieme al marito Fedez e ai due figli Leone e Vittoria attirando critche e polemiche. Secondo i calcoli infatti, lo spostamento" di 90 minuti sarebbe costato all'ambiente 5,6 tonnellate di Co2, la quantità di emissioni che due persone "normali" emettono nell'arco di un intero anno (compreso di mezzi pubblici e privati).

Il tema dell'inquinamento dei Jet privati è diventato ormai di tendenza: è entrato in campagna elettorale (Sinistra Italiana e Europa Verde hanno proposto di abolirli) mentre c'è un profilo Instagram, Jet dei Ricchi, che traccia gli spostamenti di personaggi vip calcolando il loro costo ambientale per sensibilizzare i cittadini.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA