Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fabrizio Corona, il figlio Carlos denuncia la madre: «Ha rubato 50.000 euro». La reazione choc di Nina Moric: «Sei complice di tuo padre»

Martedì 3 Maggio 2022
Fabrizio Corona contro Nina Moric: «Ha rubato 50.000 euro». La denuncia fatta dal figlio Carlos Maria

Fabrizio Corona e suo figlio Carlos Maria tornano sui social per dire la verità (la loro) sui fatti avvenuti lo scorso 29 aprile a casa di Nina Moric. Nei giorni scorsi l'ex re dei paparazzi è stato denunciato dalla ex, dopo aver fatto irruzione in casa della modella di notte, per evasione dai domiciliari, ma Fabrizio non ci sta e ora torna sui social, con tanto di figlio a fianco, per dire cosa è successo.

Fabrizio Corona denunciato per l'evasione dai domicilari, Nina Moric: «Io soldi a lui? Mi deve una cifra a sei zeri»

La verità di Fabrizio Corona sulla denuncia per evasione

«Mi dispiace che siamo ancora costretti a intervinire e a parlare sui social delle questioni familiari che andrebbero discusse nelle mura di casa, ma si possono discutere tra le mura di casa se questi fatti diventano pubblici». Corona dice con voce ferma che si trova obbligato a dire la verità su quanto successo cosicché nessuno possa riportare i fatti in modo sbagliato. «La signora Nina Moric è scomparsa dall'Italia da circa 3 mesi, non vedeva suo figlio da 3 mesi». L'imprenditore specifica anche che non solo la modella non vedeva suo figlio ma neanche lo chiamava. «Dopo 3 mesi venerdì si è palesata chiamando Carlos perché voleva parlare con lui, mio figlio mi ha chiamato per chiedermi cosa fare (visto che si sta riprendo ora da un brutto periodo) e gli ho consigliato di fare ciò che credeva opportuno». Il ragazzo ha deciso di non risponderle e di dirle però che sarebbe potuta andare a casa a trovarlo. «Tutto questo - a detta di Corona su Instagram - perché Nina Moric aveva intestato una PostePay per farsi fare i suoi pagamenti illegali su una carta intestata a suo figlio non pensando a cosa potesse questo scaturire al figlio».

 

Cosa è successo il 29 aprile?

Fabrizio continua a spiegare nei dettagli quanto sarebbe accaduto il 29 aprile. «Dopo un'ora di ricerche di Nina a tutti quelli che sono anche il mio staff per parlare con il figlio, la signora si è presentata in casa del marito che è anche la sede operativa della società percui lavora. In quel momento vi era solo Carlos, che in questa casa non è mai da solo. Entrata col volto nascosto, ha citofonato, ha rubato la spesa, ha rubato 10 euro dal portafoglio di Carlos, ha preso la PostePay, ha scaricato 25 euro. A quel punto si è recata nella stanza dove sapeva vi erano i soldi della società, 50.000 euro in contanti, li ha presi e se li è portati via, chiamando un taxi semplicemente. Ha rubato in casa dell’ex marito sotto agli occhi del figlio. Il figlio, Carlos, era testimone».

Fabrizio Corona evade dai domiciliari e va a casa di Nina Moric: «Ridammi i soldi che mi hai rubato». Scoppia la lite

La ricostruzione dei fatti dell'ex re di Corona

Carlos Maria Corona conferma tutto: «Ero in casa soprattutto nel momento in cui c’è stato il furto […] sono testimone oculare diretto di quello che è successo. Purtroppo non sappiamo dove sono finiti i soldi e speriamo di trovarli». Poi riprende la parola Corona senior. «Io non sono evaso, io avevo un permesso per uscire dal mio domicilio alle ore 21.00. Ci siamo recati io, Carlos e la mia fidanzata Sara Barbieri. Perchè io ancora un briciolo di umanità e di bene le voglio, perchè nel momento in cui presento una denuncia per furto con un testimone oculare che è il figlio, con telecamere lei sunirà un processo e sarà umiliata e rovinata per tutta la vita». Poi ecco il dettaglio di quanto successo venerdì 29 aprile: «Siamo andati da lei e lei ha comiciato a urlare come una pazza dicendo che Carlos non stava bene e aveva bisogno d'aiuto e ha chiamato la polizia. La polizia è arrivata ha cominciato a fare la perquisizione e non hanno trovato i soldi. Il giorno dopo (Nina Moric) ha avuto il coraggio di rilasciare un’intervista al Corriere della Sera, dove non era assolutamente vero che lei si era presentata in questa casa e mi avrebbe denunciato per calunnia. Sono stato costretto a denunciarla per furto aggravato».

 

Carlos denuncia la madre

Poi la stoccata finale, la denuncia è stata fatta dal figlio carlos: «Lei ha una denuncia per furto e prenderà la galera e sconterà almeno tre anni di galera. E la sua vita sarà finita. Ma l’umiliazione più grande è che ha perso un figlio e che nell’aula del tribunale, a denunciarla, ci sarà suo figlio».

La replica di Nina Moric

Non è stata a sentire Nina Moric che nella notte ha replicato a quanto detto da padre e figlio attraverso i social. Secondo quanto riporta Nina, con tanto di screenshot, la modella avrebbe ripetutamente cercato il figlio, senza avere nessuna risposta perché il ragazzo era senza cellulare. Ora la Moric non ce la fa piu' e ha deciso di chiudere anche con il figlio: «Non mi meriti piu'». E ancora. «A volte devi solo ammettere che hai torto e prenderti le tue responsailità, omai non sei piu' un bambino ma un uomo di 20 anni. Non ti sto negando ma ti sto educando. Non sei la vittima, non lo sei mai stato, ma ora sei complice»

Ultimo aggiornamento: 16:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA