Jerry Calà e il successo: «Ecco la scelta professionale di cui mi sono pentito»

Jerry Calà (Instagram)
E’ stato un attore di successo sul grande e piccolo schermo e Jerry Calà, 67 anni, continua a calcare il palcoscenico col suo “Non sono bello… Piaccio! Restyling”, in scena al teatro Nuovo il 23 maggio. Nella sua l lunga carriera però Jerry ammette di aver fatto una scelta professionale di sui si è pentito.


 
Un errore di “calcolo” che però poi ha avuto risvolti positivi per la crescita professionale: «Sono convinto – ha spiegato in un’intervista a “Nuovo” - che ogni bivio di fronte al quale ci pone la vita, ogni scelta, facile o difficile che sia, ci regali un insegnamento. Anche le decisioni apparentemente sbagliate possono dare corso poi a conseguenze positive che rappresentano un risarcimento di quegli errori. Io, magari, sono uscito forse troppo presto dal circuito dei film natalizi che poi hanno avuto lunghi sviluppi e grande successo. L'ho fatto perché avevo voglia di sperimentare e di misurarmi con nuove esperienze. Mi piaceva l'idea di mettermi alla prova. Forse, a livello economico, può essere stato un errore».



Poi però sono arrivate le soddisfazioni: «Probabilmente, senza quella scelta non sarei an- dato a lavorare con Marco Ferreri nel film Diario di un vizio che mi è valso il Premio della critica al Festival del cinema di Berlino. Il corso della vita va dove deve andare e sa sempre come ricompensarci».
Venerdì 17 Maggio 2019, 17:36 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2019 18:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP