Kate Middleton, l'emozionante incontro con i reduci dell'olocausto. «Così siamo passati dall'inferno al paradiso»

Mercoledì 22 Settembre 2021
Attività all'aperto e racconti profondi hanno allietato la giornata di Kate Middleton in visita nei luoghi dei sopravvissuti all'Olocausto

Dopo aver letto la straordinaria storia dei bambini sopravvissuti all'Olocausto che hanno trovato rifugio a Windermere, nel Lake District (Inghilterra), la duchessa di Cambridge ha chiesto di incontrarli. 

Si tratta di 300 bambini ebrei che, dopo anni di lavori forzati e morte delle loro famiglie, sono stati portati in aereo nel Regno Unito nel 1945 per ricostruire le loro vite dopo il trauma dei campi di concentramento nazisti a Theresienstadt (Repubblica Ceca). 

 

 

Secondo quanto riporta The Telegraph, Kate Middleton ha visto un film con lo stesso racconto in cui una persone diceva di essere stata colpita dalle testimonianze dei bambini e di come il sostegno precoce dopo l'estremo trauma dell'Olocausto li avesse aiutati a iniziare la guarigione e a riprendere la loro vita.

Per questo, martedì 21 settembre, durante una visita in Cumbria, ha fatto una gita in barca sul lago Windermere con Arek Hersh e Ike Alterman, due dei sopravvissuti che oggi vivono in Gran Bretagna. 

 

Il signor Hersh, 93enne e residente a Leeds, ha perso 81 membri della sua famiglia nell'Olocausto. Solo una delle sue sorelle è sopravvissuta. Il signor Alterman, anche lui 93enne e residete a Manchester, ha trascorso molto tempo in diversi campi di concentramento, tra cui Auschwitz.

Durante i loro sei mesi presso la Calgarth Estate, sulle rive del lago Windermere, hanno seguito sessioni con uno psichiatra, hanno preso parte ad arteterapia e attività all'aria aperta come trekking, arrampicata e nuoto. 

 

«Era così lungimirante per l'epoca», ha dichiarato la duchessa, «È così rilevante ancora oggi». Kate ha chiesto loro se la capacità di recupero nel superare gli orrori a cui avevano assistito e la terapia che avevano ricevuto possono offrirle spunti per il suo lavoro con i bambini svantaggiati in tutta la Gran Bretagna.

Il signor Alterman, ora gioielliere di Manchester e sposato da tempo, con due figli e due nipoti, ha detto alla duchessa: «Ogni chalet aveva un letto, lenzuola pulite. C'erano le docce. Andavo a nuotare ogni tre giorni, camminavo e mi arrampicavo in montagna. Siamo passati dall'inferno al paradiso».

 

Il signor Hersh, oggi meccanico d'auto e poi un imprenditore immobiliare, ha detto: «Era una nuova vita, senza famiglia nè altro. Il rifugio nel Lake districti ha aiutato, ma abbiamo sofferto per anni di incubi per tutto quello che abbiamo visto».

La duchessa ha anche incontrato i figli e i nipoti di altri sopravvissuti a Windermere Jetty, chiedendo loro come si erano ritrovati e legati per il resto della loro vita. «Non avevamo una famiglia, quindi sono diventati la nostra famiglia» ha detto il dottor Trevor Friedman, uno psichiatra il cui padre era uno dei bambini Windermere. «Per noi Windermere era questo luogo mitico».

 

Robert Rinder è un avvocato penalista e protagonista di Judge Rinder di ITV. Suo nonno, Morris Malinicky, venne in Gran Bretagna come Windermere Child. Il signor Rinder ha elogiato la duchessa per essere rimasta un'ora più a lungo del previsto per ascoltare le loro storie. 

 

Il signor Alterman ha poi dichiarato di essersi divertito a chiacchierare con la duchessa dei suoi figli . «Le ho detto che erano adorabili. Ha detto che a volte erano dei lacrimogeni, specialmente i ragazzi che correvano in bici, ma adorabili».

 

All'inizio della giornata, la duchessa ha incontrato i giovani ma dopo ha svolto con loro attività sportive all'aria aperta con un gruppo di Air Cadets. Con un casco e stivali robusti, Kate ha provato a calarsi in corda doppia lungo una parete rocciosa a Cathedral Quarry a Little Langdale, in Cumbria, e si è unita agli adolescenti per un giro in bicicletta nei boschi.

 

Entrambe le visite sono state progettate per evidenziare «l'impatto benefico e permanente che la natura e la vita all'aria aperta possono avere sui giovani», una questione a cui la duchessa tiene molto, secondo Kensington Palace.

 

La visita ha segnato la riapertura del Windermere Adventure Training Center a seguito di una ristrutturazione di 2 milioni di sterline. Il centro consentirà a centinaia di cadetti di tutto il Regno Unito di visitare il Lake District ogni anno e prendere parte a un'ampia varietà di attività, costruendo la loro fiducia e capacità di leadership e ottenendo i loro Duke of Edinburgh Awards.

© RIPRODUZIONE RISERVATA