Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maradona, lite in tv tra l'ex moglie
e l'ultima compagna del Pibe

Martedì 2 Agosto 2022 di Francesco De Luca
Maradona, lite in tv tra l'ex moglie e l'ultima compagna del Pibe

Lite in tv tra le donne più importanti della vita di Diego Armando Maradona: Claudia Villafane, la madre di Dalma e Gianinna, e Veronica Ojeda, la madre di Diego Fernando, il più piccolo dei 5 eredi del Pibe. Lo scontro durante un programma di C5N, con le accuse di Veronica a Claudia di avere incassato con le figlie 80mila dollari a testa per la partecipazione a un evento in onore di Diego nello scorso dicembre e di aver anche firmato contratto per la produzione di un vino dedicato al Campione.

Claudia Villafane, che da anni era separata da Maradona (e l'ex marito le aveva fatto anche una causa milionaria in Florida per alcuni investimenti immobiliari), ha detto alla Ojeda di provare le sue accuse.

E Veronica, prima di chiudere il collegamento perché doveva andare a prendere a scuola il piccolo Diego Fernando, ha detto con durezza: «Vuoi sempre sembrare dalla parte della ragione, vuoi apparire come Madre Teresa di Calcutta».

La foto del bel quadretto familiare, diffusa nei mesi scorsi in allegato a un comunicato contro Matias Morla e Stefano Ceci (i titolari dei diritti commerciali e dei diritti di immagine di Maradona, secondo il contratto firmato dal Pibe il 17 agosto 2020 dinnanzi a un notaio), è ormai un ricordo. Netta la spaccatura, con le due figlie di Claudia da un lato e gli altri tre (Diego Jr, Jana e Diego Fernando) dall'altro, secondo quanto dichiarato in tv da Veronica Ojeda. In Argentina si ipotizza che l'amministratore dell'eredità Sebastian Baglietto possa rinunciare all'incarico che gli era stato assegnato dal tribunale di La Plata nel dicembre 2020, un mese dopo la morte di Diego. Intanto, l'imprenditore italiano Ceci commenta: «Ho assistito a questo scontro televisivo e posso dire con amarezza che avevo previsto quanto sarebbe accaduto nei mesi successivi alla morte di Diego».

© RIPRODUZIONE RISERVATA