Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mario Caucci, l'ex marito di Noemi Bocchi: «Totti ha tutta la mia comprensione, io so bene cosa c'è oltre l'immagine di mia moglie»

Mercoledì 23 Febbraio 2022 di Alessia Marani
Mario Caucci, l'ex marito di Noemi Bocchi: «Totti ha tutta la mia comprensione, io so bene cosa c'è oltre l'immagine di mia moglie»

Mario Caucci come ha reagito apprendendo la notizia che la sua ex moglie Noemi Bocchi sarebbe la causa della possibile fine del matrimonio di Francesco Totti con Ilary Blasi?
«A dire il vero, se vogliamo essere precisi, per la legge, è ancora mia moglie, non siamo separati legalmente. Mi hanno chiamato in tanti stamattina e sono sgomento. Ma non è stata una sorpresa, nel senso che non mi ha sorpreso affatto il comportamento di mia moglie. Il suo agire disinvolto non mi stupisce...».

Ma aveva sospetti? Di fatto, per la legge, sua moglie l’avrebbe tradita nientemeno che con il Capitano, un mito vivente...
«Di Totti posso dire soltanto che è il mio salvatore (ride, ndr). Che io so bene che cosa c’è oltre, dietro il semplice lato estetico di una persona, e a lui, se davvero ci fosse questa liason, va tutta la mia comprensione, nessuno meglio di me potrà comprenderlo». 

Mi pare di capire che con Noemi non vi siete lasciati in buoni rapporti.
«No, per niente. Per me è stato molto doloroso separarmi e vorrei chiudere definitivamente questa storia, ma non si trova l’accordo. Ossia lei lo ostacola».

Lei è una persona molto facoltosa, è Team Manager del Tivoli Calcio e Ceo della Caucci Marble, storica azienda di famiglia. C’è una guerra in atto per la separazione?
«Sì, e nella quale io mi sto difendendo».

Nessun sospetto, dunque, su Totti?
«No, fino a oggi mai uscito questo nome. Non ne sapevo niente».

Ma lei sa come si possano essere conosciuti Noemi e Francesco? Frequentate gli stessi ambienti?
«Non ho idea, abbiamo amicizie diverse».

Eppure è un paradosso, dicono che lei sia tifoso della Roma.
«Non rispondo», ride.

Forse si sono conosciuti per lavoro, di cosa si occupa sua moglie, dicono sia una flower designer.
«Eh, bella domanda. Lo chieda a lei, perché io non lo so».

Da quanto tempo siete sposati?
«Da dieci anni e abbiamo due figli, uno di 8 e una di 10. Eravamo giovanissimi».

Ed è molto che vi siete separati?
«Diciamo non da molto tempo, qualche mese».

A ottobre eravate ancora insieme? È in quel periodo che si dice che sia iniziata la love story tra Noemi e Francesco. Può essere che si frequentassero quando eravate ancora insieme?
«Guardi, non ho idea».

In caso dovrà spiegarlo agli avvocati nella causa di separazione...
«Eh beh. Credo proprio di sì. Doveva essere più attenta».

Che vuole dire?
«Che se fosse vero doveva usare più attenzione. Anche e soprattutto per i nostri figli e anche per quelli della coppia. Parliamo di cinque ragazzini che ne potrebbero subire le conseguenze. Penso che da tutta questa storia, se vera, c’è solo lei che ne può trarre un vantaggio mediaticamente, mentre al Capitano... tutta la mia comprensione». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche