Subway lancia il panino-pizza con uno spot beffa: «Sorry, Italy»

Venerdì 11 Ottobre 2019 di Mario Fabbroni
È un ibrido del gusto, un falso. Tanto che gli ideatori del panino-pizza hanno pensato di chiedere scusa con un Sorry, Italy apparso sui manifesti e nei video. Uno spot beffa, appunto.

Appena 2,99 sterline per azzannare il Frankstein della tavola lanciato dalla catena americana di fast food Subway: ovvero combinazioni di Spicy Pepperoni, BBQ Chicken e Veggie Supreme (tutte e tre con una base di Marinara sauce preparata con erbe, pomodori, mozzarella e cheddar) che il sito Londra, Italia definisce «un vero obbrobrio culinario».

Ma Subway - considerata nel 2108 la prima catena di fast food al mondo con 45mila negozi - ha invaso la capitale britannica di manifesti con pizza-subs, tirando in ballo anche il grande pittore Raffaello.
 


Così Il ritratto di Elisabetta Gonzaga, il Gesù nella Quaresina di Santa Faustina e La morte di Masaccio (opere che hanno in comune sguardi di assoluta disperazione e sofferenza) sono stati messi in manifesto davanti al famigerato panino-pizza per esprimere il loro disappunto. Non solo. Fa ancora più presa sui consumatori anglosassoni il video ambientato a Napoli: qui nonne con tanto di scopa minacciosa, nipoti e zii pizzaioli doc - al solo sentir parlare del nuovo panino-pizza di Subway - si ribellano e rifiutano il peccato mortale.

L'ammissione di colpa per aver utilizzato (ma soprattutto stravolto) uno dei piatti tipici della tradizione italiana sembra davvero doverosa, quindi. Ma anche una geniale trovata di marketing, oramai senza freni.
riproduzione riservata ® Ultimo aggiornamento: 13:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA