Adieu Moncler: i designer Valli e
Browne hanno lasciato il marchio

di Cristina Cennamo

E' storia vecchia tra Moncler, Giambattista Valli e Thom Browne che assieme al patron del marchio celebre per i suoi piumini, Remo Ruffini, hanno contribuito con il loro design allo sviluppo delle due linee Gamme Rouge e Gamme Bleu.
Ad annunciarlo è stata la stessa maison, con una nota ufficiale che ha subito fatto scalpore tra gli addetti ai lavori. «Desiderosi di concentrarsi e dedicarsi allo sviluppo dei loro rispettivi marchi - spiega la nota - Giambattista Valli e Thom Browne concordano con Remo Ruffini che Moncler debba necessariamente variare e ampliarsi verso orizzonti diversi chiudendo, con la stagione Primavera/Estate 2018, le collezioni Moncler Gamme Rouge e Moncler Gamme Bleu e la collaborazione con i due stilisti».
«Sono emozionato - afferma Ruffini, presidente e ad dell'azienda - guardando a Moncler e alle nuove sfide future. Consapevole che innovazione, concentrazione e dedizione sono fondamentali per migliorare ogni brand, sono onorato di aver avuto l'opportunità di essere stato affiancato in questi anni da due creativi di grande talento e sensibilità come Valli e Browne».
«Ho sempre ammirato lo stile di Giambattista - prosegue Ruffini nella nota - che riesce a coniugare eleganza atemporale, contemporaneità e modernità nel vestire la donna di oggi; e di Thom, la sua capacità di intuizione e il suo inimitabile tocco sartoriale che, coniugati allo spirito sportivo di Moncler, sono stati, da subito, garanzia di una collezione distintiva e riconoscibile. Li ringrazio infinitamente entrambi per aver contribuito con Moncler Gamme Rouge e Moncler Gamme Bleu alla crescita del Brand».
«Sono estremamente orgoglioso - aggiunge Valli - di quanto abbiamo realizzato con Moncler Gamme Rouge e davvero onorato di essere stato parte dell'incredibile successo del marchio. Concepire il guardaroba della donna Moncler e fonderlo con il dna Valli, è stata una vera sfida che ha portato allo sviluppo di collezioni adatte ad ogni occasione: da una giornata a Gstaad ad una serata al Met Gala di New York. Desidero ringraziare molto Remo per la sua lungimiranza nello scegliere me per questo appassionante progetto e per il suo supporto durante questi dieci anni che mi ha permesso di costruire un team e dare vita alle collezioni esclusive Moncler Gamme Rouge».
«E' stato un percorso incredibile - commenta Browne - ed un grande piacere per tanti anni. Ma, avendo intrapreso una nuova strategia di crescita per il marchio Thom Browne, ho realizzato che fosse arrivato il momento di concentrarmi sul mio brand. Il fatto che questa decisione sia coincisa nello stesso momento in cui Remo iniziava a ripensare al futuro di Moncler, ha reso le nostre decisioni reciproche e naturali. Desidero ringraziare tanto i team che hanno reso possibile tutto ciò, e Remo che, durante questi anni, mi ha concesso una totale libertà creativa», aggiunge Thom Browne«.
Moncler nasce a Monestier-de-Clermont, Grenoble, in Francia, nel 1952 ed ha attualmente sede in Italia. Il marchio ha affiancato negli anni allo stile una costante ricerca tecnologica coadiuvata da esperti nel campo delle attività legate al mondo della montagna. Nel 2003 Remo Ruffini ha rilevato la maison della quale è presidente ed Ad.
Giovedì 16 Novembre 2017, 09:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP