Fay riparte da Archive, il capo più iconico del brand è senza tempo

Giovedì 12 Novembre 2020 di Cristina Cennamo

È dalle storie vere che nasce Fay Archive, il progetto che affonda le proprie radici nell’autenticità del work-wear americano. Era infatti la metà degli anni 80 quando i fratelli Diego e Andrea Della Valle rilevano nello stato del Maine, in USA, l’azienda FAY, specializzata in capi di abbigliamento tecnico per i pompieri americani: oggetti dalla fattura senza tempo e dal gusto contemporaneo.

Fay Archive vuole riscoprire il DNA dell’azienda: racconta le passioni di uomini liberi e indipendenti per propria scelta di vita.

Lavoratori reali hanno accettato di mettere alla prova i nostri prodotti nella loro vita di tutti i giorni, è così che i test delle nostre giacche vengono affidati al pescatore sul fiume Don, al tagliaboschi che vive immerso nella foresta e all’allevatore di cavalli in Russia.

Nei capitoli successivi il testimone passa a un costruttore di barche in legno, a un affinatore di formaggi e a un affumicatore di aringhe sull’isola di Gotland, in Svezia.

 

Il fotografo-documentarista Davide Monteleone punta quindi a cogliere l’essenza e gli elementi fondanti di Fay Archive: passione, resistenza e autenticità emergono attraverso le giornate di lavoro dei nostri tester.

Le storie e gli sguardi degli uomini Fay Archive riflettono il carattere del nostro workwear: una collezione costruita su linee essenziali e pulite, marcate da materiali naturali come il cotone, il panno e la lana e da colori puri che spaziano dalle sfumature naturali ai più decisi rosso acceso e blu navy.

Oltre che per Fay, anche per Fay Archive il capo simbolo resta l’iconico 4 Ganci, declinato in cordura di cotone con dettagli in crosta e sigillato dagli inconfondibili ganci in metallo galvanizzato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA