Matrimonio tra moda e tradizioni intramontabili: torna la fiera in presenza

Giovedì 24 Giugno 2021
Matrimonio tra moda e tradizioni intramontabili: torna la fiera in presenza

Dopo il via libera dello scorso 15 giugno, riparte il settore del wedding. Novità e tradizioni si incontrano nel 2021 del mondo delle cerimonie. Anche gli eventi legati all'industria tornano alle abituali manifestazioni, tra questi, Si Spositalia alla Fiera Milano, la Rassegna dedicata alla festa più attesa e importante, forse quella che è mancata di più in questo lungo periodo di lookdown e di mancanza di socialità. L'abito da sposa sarà quindi l'oggetto del desiderio al centro di più di cento collezioni in passerella dal 25 al 27 giugno a Fieramilanocity. D'altra parte l'abito da sposa è ancora un must: le ricerche di mercato dicono che l'88% delle spose si affida a uno specialista, con una netta preferenza per la firma specializzata (62%) e per uno stilista specializzato (26%) rispetto ad altre forme di expertise: solo il 5% si affida a firme e sarti non specializzati e solo il 3%, alla sarta di famiglia. Da notare come in Italia siano ormai quasi svanite alcune tradizioni (solo l'1% sceglie un abito eredità di famiglia), ma nello stesso tempo non si ceda ad alcune innovazioni tanto che quasi nessuna nessuna sceglie di noleggiare l'abito. A Sì SposaItalia Collezioni, i 100 brand presenti racconteranno l'evoluzione dello stile, che affonda le sue radici nella tradizione ma produce abiti sempre nuovi e dal gusto internazionale aprendo un ideale dialogo con chi poi indosserà le creazioni presentate.

Napoli, il matrimonio ai tempi del Covid

Accanto allo stilista, infatti, le donne hanno le idee chiare sull'abito che indosseranno: lo stile del vestito perlopiù deve rispecchiare la propria personalità e il proprio stile abituale, ma deve essere anche elegante (per il 46%) e romantico (per il 39%). E, naturalmente, bianco (82%). Il costo medio preventivato dalle sposine si aggira intorno ai 2100 Euro. Per una volta sembra che anche le più giovani in maggioranza mettano da parte il web e si affidino a modalità di acquisto tradizionali pronte a farsi accompagnare in atelier da mamme e dalle amiche più strette per vivere insieme ore ricche di gioia e di emozioni. il web magari può venire utile per andare oltre le tradizionali partecipazioni: si chiama Wedding Site ed è a metà tra vetrina del proprio amore e utile compendio di informazioni sulla cerimonia (dal menù del ricevimento alla lista nozze). E comunque sembra che le nozze del post-Covid vedranno la partecipazione di un numero di invitati 'meditatò. Se non per pochi intimi. Si può arrivare a 50 con i rappresentanti delle famiglie di parenti e gli amici più stretti. 

Ultimo aggiornamento: 25 Giugno, 10:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento