Adescato su un sito per appuntamenti: quando arriva trova il marito di lei

I carabinieri di Alezio
di Valeria BLANCO

1
  • 232
Adescato sul web con la promessa di sesso facile e poi derubato di 500 euro, l'incasso dell'intera giornata del suo esercizio commerciale. Brutta avventura, la scorsa settimana ad Alezio, per un uomo di 36 anni arrivato da Brindisi per un incontro che avrebbe dovuto avere un epilogo erotico.

La storia. Tutto inizia sul web e precisamente su un sito di appuntamenti dove il giovane, curiosando, viene attratto da un annuncio in cui compariva una ragazza giovane e piacente. Così, decide di contattarla e in pochi minuti l'appuntamento è fissato. La distanza da percorrere non è tanta e l'accordo è per vedersi quella sera stessa. Così l'uomo, anche un po' emozionato, dopo aver chiuso il suo esercizio commerciale si mette in auto e in meno di un'ora è ad Alezio, di fronte al portoncino della casa in cui avverrà l'incontro. Tutto sembra andare liscio come l'olio: l'uomo suona al campanello e viene ricevuto effettivamente dalla bella ragazza che compariva nell'annuncio. Si passa molto velocemente dalle parole ai fatti e poi anche ai preliminari. A questo punto la donna, dopo averlo spogliato, invita il brindisino a fare una doccia prima di proseguire. Lui non ha nulla in contrario ed entra in bagno.

La scoperta. Era ancora sotto il getto d'acqua tiepida, pregustando i momenti d'intimità che sarebbero arrivati di lì a poco, quando viene interrotto dall'ingresso nella stanza di un uomo che dice di essere il marito della signora e, con modi non certo educati, lo invita ad allontanarsi subito da quella casa per evitare conseguenze spiacevoli. All'uomo non resta altro da fare se non ubbidire e salire in macchina con la coda tra le gambe. Ma subito si accorge che qualcosa non quadra: qualcuno ha rovistato nel borsello che, nel momento in cui era entrato in doccia, aveva posato su una sedia. Il portafogli c'è ancora, ma mancano le banconote - circa 500 euro - che ammontavano all'intero incasso della giornata del suo esercizio commerciale. Non ci pensa due volte e si presenta in caserma per presentare denuncia.

Le indagini. A questo punto entrano in azione i carabinieri della stazione di Alezio, guidati dal comandante Paolo Novello e coordinati dal capitano Francesco Battaglia: ci mettono qualche ora a rintracciare la coppia, che non era nella casa indicata dal giovane derubato. Quando finalmente li identificano, tutto diventa più chiaro. Si tratta di una coppia di turisti - lei 25 anni, lui 45 con tre bambini - arrivati da Milano evidentemente senza avere a disposizione tutti i soldi necessari per affrontare la vacanza nel Salento. Così, hanno pensato di arrotondare utilizzando i mezzi che avevano a disposizione: un pc per inserire l'annuncio on-line e l'avvenenza di lei. I fatti sono accaduti in una villetta che la coppia aveva preso in affitto da un ignaro proprietario alla periferia del paese, nei pressi della Provinciale per Parabita.

La denuncia. L'uomo e la donna sono stati denunciati per furto e per truffa. I carabinieri continuano le loro indagini per comprendere se in altre occasioni la coppia abbia utilizzato lo stesso stratagemma per fregare altre persone che - per pudore o vergogna - avrebbero poi preferito non sporgere denuncia.
Lunedì 10 Settembre 2018, 13:16 - Ultimo aggiornamento: 10-09-2018 14:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-09-10 16:26:39
non mi risulta che gli annunci siano gratis quindi si fa presto a trarre conclusioni

QUICKMAP