Alessandro Siani premiato: «Il successo? L'ho visto negli occhi di mio padre»

Venerdì 12 Aprile 2019 di Michela Greco
Siani con Verdone

«Mio padre è un operaio dell'Alfa Romeo e mia mamma una casalinga: avere il pubblico che mi vuole bene e mi chiede foto è una cosa straordinaria. Quando ho fatto Benvenuti al sud, un film importantissimo per me, ho capito cosa significasse la parola successo: l'ho visto negli occhi di mio padre». Una sala piena, soprattutto di giovani e giovanissimi, ha accolto con grande calore Alessandro Siani (nella foto, con Carlo Verdone), oggi a Lecce per ricevere l'Ulivo d'argento per il contributo alla nuova commedia italiana e per conversare con il pubblico, sollecitato dal critico Valerio Caprara. In preparazione, l'attore-regista napoletano ha un film dal titolo Il giorno più bello del mondo, la cui uscita è prevista in autunno: «Non sarà una commedia sentimentale, ma un film pieno di effetti speciali. Lo considero una commedia di nuova generazione: cerco di far ridere, ma di farlo in modo più moderno. È una storia universale che parla di un ragazzo che ama il teatro e lo spettacolo ma, per una serie di problemi e difficoltà economiche, sta per abbandonare il suo sogno. Poi però, come capita nei film di Frank Capra, quando tutto sta per finire si accende all'improvviso una luce».

Una favola, insomma. «Non mi piacciono tanto i tempi che viviamo, quindi mi fa piacere intrattenere il pubblico facendo dimenticare per un paio d'ore quello che succede intorno». In sala ad ascoltarlo c'era anche Carlo Verdone, che domani consegnerà a Lecce il Premio intitolato al padre Mario Verdone, e che Siani ha citato tra i suoi riferimenti insieme a Benigni, Troisi e al rivale Checco Zalone: «Lui è immenso - ha commentato - fa parte della generazione dei nuovi comici che viene dal cabaret, magari i prossimi arriveranno da YouTube. Lo stimo molto e di lui mi piace più di tutto una cosa: se non è sicuro dell'opera a cui sta lavorando, non esce al cinema: è una forma di grande rispetto per il pubblico».

Ultimo aggiornamento: 18:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche