Fregene, in 21 pagano conto da 753 euro per l'aperitivo al Singita. Il locale: «35 a testa per buffet e drink in riva al mare»

Fregene, in 21 pagano conto da 753 euro per l'aperitivo al Singita. Il locale: «35 a testa per buffet e drink in riva al mare»
Fregene, in 21 pagano conto da 753 euro per l'aperitivo al Singita. Il locale: «35 a testa per buffet e drink in riva al mare»
Lunedì 22 Agosto 2022, 11:07 - Ultimo agg. 24 Agosto, 13:39
4 Minuti di Lettura

Aperitivo salato per un gruppo di amici romani, che ha pagato 753 euro a Fregene. Una comitiva di 21 persone ha deciso di passare ieri il tramonto al Singita, noto stabilimento balneare nel Lazio. Ma, quando è arrivato il conto, i clienti sono rimasti delusi. Per «patatine fritte, pizzette, due bottiglie di vino e qualche bevanda analcolica» lo scontrino è sembrato ai consumatori eccessivo.

Furbetti del Pos, conti separati vietati per non pagare le commissioni. «Abbiamo dovuto saldare in contanti»

Fregene, conto da 753 euro per un aperitivo: le consumazioni

I consumatori, di un'età compresa tra i 30 ed i 50 anni, hanno ordinato verso le 20.00 del vino, pinsa, alcuni spritz, delle pepsi, alcuni cocktail e delle lattine di birra: come da loro indicato. Ma non è tanto ciò che hanno consumato a infastidire i clienti, quanto il costo del coperto. «Solo il posto a sedere (tra l'altro molti sono rimasti in piedi) è venuto a costare 25 euro a persona: per un totale di 525 euro. Quasi uno stipendio di un lavoratore medio», fa notare Angelo, che era ieri tra i presenti. 

Ostuni, scontrino da 62 euro per una granita e tre toniche: il cliente protesta e il titolare dimezza il prezzo

 

La denuncia

Non tutti hanno accettato il conto, giudicato troppo caro. E così hanno deciso di contattare l'Associazione Giustitalia, organizzazione che si occupa di far rispettare il Codice del Consumo. Come indicato dal presidente, il dott. Luigi De Rossi, sarà presentato un esposto in Procura per truffa. Ma anche una denuncia alle Autorità amministrative competenti per chiedere la revoca della concessione allo stabilimento balneare.  

La replica del locale

«Ci ricordiamo perfettamente di questa prenotazione nella nostra area lounge», fanno sapere dal locale. Il Singita offre tre tipologie di servizio. Una prevede il servizio al bancone, e non ci sono costi aggiuntivi. Se invece si vuole prendere il telo e portarlo in spiaggia, allora si paga il servizio 3 euro. Diverso è il caso, quello oggetto della polemica, del "baldacchino". Se si prenota quest'esperienza, è compreso anche un aperitivo.

Porto Cervo, conto choc al locale in Costa Smeralda. La denuncia: «Ho speso 200 euro per un cesto di frutta»

«Offriamo cous cous, gamberi e altre prelibatezze (tra cui catalana di gamberi; cous cous con verdure; crumble vegetariano a base di pomodorini, feta e olive; nachos servito con guacamole, fonduta e pico de gallo; insalata di farro e mix di cereali con pomodorini, ceci, tonno, olive e basilico; pizzette rosse; pizza croccante) come indicato nel nostro menù - sottolineano dal locale -. I signori che sono venuti, peraltro, hanno chiesto il "refill" e noi abbiamo portato altro cibo senza battere ciglio». I prezzi, inoltre, va notato che sono sempre comunicati prima della prenotazione in due forme: tramite mail, con una brochure informativa, e con invio di un messaggio whatsapp per conferma della tipologia di prenotazione scelta. Il Singita conclude che il coperto "non è mai esistito", ma che c'è solo esiste il costo di prenotazione in un’area "allestita e servita, che comprende anche il cibo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA