Ostia, ragazza ubriaca sale sul bus. L'autista angelo custode l'accompagna a piedi fino al portone di casa

Domenica 18 Ottobre 2020 di Ilaria Del Prete

Una ragazza sale sul bus che dovrà riportarla a casa. Ha bevuto qualche bicchiere di troppo, si regge in piedi a stento. Si siede e aspetta in silenzio la fine della corsa: deve scendere al capolinea. La scena non passa inosservata all'autista del bus Atac in servizio a Ostia qualche giorno fa. La loro storia è stata raccontata dalla pagina Facebook Atac Roma, che ha voluto mettere in risalto il buon cuore di quello che viene definito "Angelo custode". Il perché è presto detto.

Quando il bus arriva al capolinea di via Mar Rosso la ragazza ubriaca è ormai rimasta l'unica passeggera. Riesce ad alzarsi a stento e una volta scesa dal mezzo cammina barcollando sul piazzale. L'autista la tiene sotto controllo rimanendo prima a distanza, poi avvicinandosi a sorreggerla prima dell'imminente caduta. 

Con le ultime forze rimaste, la ragazza indica dei palazzi: vive lì. L'autista sa benissimo cosa fare: nei minuti di pausa tra una corsa e l'altra chiude il bus e riaccompagna a casa la ragazza. Lei gli sorride facendo intendere di stare meglio. È finalmente al sicuro.

Una storia di gentilezza e responsabilità che ha raccolto molti consensi sulla pagina Facebook Atac, dove tra i commenti si possono leggere altri piccoli racconti di vita quotidiana di cui gli autisti si sono resi protagonisti. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 14:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA