Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

La piccola Isabella, 2 anni, costretta a dormire sul pavimento dell'ospedale: ecco perché

Sabato 21 Novembre 2015
Isabella (Mirror)
LONDRA - Isabella, 2 anni, viene ricoverata in ospedale per una tonsillite acuta e un'infezione all'orecchio. Tuttavia, a causa della penuria di personale, per otto ore non le assegnano un letto e la piccola è costretta a dormire sdraiata sul pavimento.



È accaduto a Preston, nel Regno Unito. Come riporta il Mirror, mamma Jessica, 22 anni, si allarma quando alla sua bambina sale la temperatura vertiginosamente, superando i 41 gradi. A quel punto decide di portarla immediatamente in ospedale. Sono circa le 11 di sera.







Jessica e la figlia arrivano al pronto soccorso del Preston Hospital, ma non ci sono medici disponibili per la visita. Le stanze adiacenti alla camera d'aspetto sono vuote e la donna chiede alle infermiere un letto per Isabella. Letto che però le viene rifiutato. "Mi hanno detto - spiega la mamma - che non poteva essere assegnato un posto alla bambina fino a che un medico non l'avesse visitata".



A causa della penuria di personale, la bimba è stata visitata alle 7.30 del mattino seguente. E così nel frattempo Isabella si è accucciata sul pavimento e ha dormito senza neanche una coperta. "Un medico l'ha perfino vista e non ha fatto niente", conclude la mamma, che ha deciso di ricorrere a una protesta formale.



Karen Partington, amministratore delegato di Lancashire Teaching Hospitals NHS Foundation Trust, ha dichiarato: "La nostra priorità è quella di fornire una cura eccellente. Accogliamo la possibilità di indagare ulteriormente".



Ultimo aggiornamento: 5 Novembre, 13:09