Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Brad Pitt malato, la prosopagnosia lo tiene chiuso in casa. «Nessuno mi crede, non riconosco i volti delle persone»

Venerdì 8 Luglio 2022
Brad Pitt malato, la prosopagnosia lo tiene chiuso in casa. «Nessuno mi crede, non riconosco i volti delle persone»

«Nessuno mi crede! Voglio incontrare un'altra persona che ne soffre». Con queste parole Brad Pitt si sfoga rivelando di essere malato di prosopagnosia, un grave deficit cognitivo-percettivo che rende chi ne è affetto incapace di riconoscere le facce delle persone note e, talvolta, perfino il proprio volto. La star di Hollywood, In un'intervista a GQ, ha sostenuto di soffrire del disturbo neurologico anche se nessun medico, al momento, glielo ha mai diagnosticato. 

Brad Pitt si ritira? L'attore: «Mi sento alla fine della mia carriera»

Il racconto

L'ex marito di Angelina Jolie ha anche confessando di temere di aver dato in passato l'impressione di essere «distaccato» per via del suo disturbo. Pitt sostiene di essere malato dal 2103, motivo per cui sono anni che trascorre la maggior parte del suo tempo in casa. Brad nel frattempo ha anche smesso di fumare: «Non ho la capacità di fumarne solo una o due al giorno. Non fa parte del mio modo di essere. Per me o tutto o niente. Mi butto a capofitto nelle cose. Ho perso i miei privilegi». 

 

Prosopagnosia, cosa è

La prosopagnosia, o prosopoagnosia, è un deficit cognitivo-percettivo, che rende l'individuo interessato incapace di riconoscere le facce delle persone note e, talvolta, perfino il proprio volto, quando si guarda allo specchio od osserva una sua foto. Esistono due tipi di prosopagnosia: la prosopagnosia acquisita e la prosopagnosia congenita. Il primo tipo è una condizione che un individuo può sviluppare a seguito di una lesione a carico dell'area temporo-occipitale dell'emisfero cerebrale destro; il secondo tipo, invece, è una condizione dalle cause sconosciute, presente fin dalla nascita e a dispetto di un encefalo sano. La prosopagnosia può avere gravi ripercussioni sulla sfera sociale del paziente e può portare allo sviluppo di depressione e fobia sociale.

Sintomi
 

Una persona con prosopagnosia non riconosce qualsiasi volto, dal proprio a quello di un membro stretto della famiglia (es: madre o padre) o di una persona con cui interagisce quotidianamente (es: compagno di scuola o collega di lavoro). Sugli individui interessati, l'incapacità di riconoscimento dei volti, indotta dalla prosopagnosia, ha diverse conseguenze, tra cui:

- Fobia sociale (o disturbo d'ansia sociale);
- Difficoltà nell'instaurare solide relazioni interpersonali con parenti o amici;
- Difficoltà nell'instaurare nuovi rapporti interpersonali;
- Problemi di relazione in ambito scolastico/lavorativo;
- Momenti di depressione, dovuti alle difficoltà di relazione sociale.

Ultimo aggiornamento: 11:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA