Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Coronavirus, morta la moglie dell'alpino che fece una serenata per lei sotto le finestre dell'ospedale

Venerdì 27 Novembre 2020
Coronavirus, morta la moglie dell'alpino che fece una serenata per lei sotto le finestre dell'ospedale

È morta Carla Sacchi, la moglie dell'alpino di oltre 80 anni, che aveva dedicato alla donna della sua vita una serenata sotto le finestre dell'ospedale di Castel San Giovanni, nel Piacentno. Stefano Bozzini, classe 1939, armato di sgabello e fisarmonica, aveva commosso il web con quel gesto di infinito amore verso Carla, che non poteva vedere a causa del covid che ha bloccato le visite ospedaliere. La notizia è riportata dal Tgcom24. 

 

La donna era tornata a casa da qualche giorno. Così ha commentato su Facebook la notizia Patrizia Barbieri, sindaco di Piacenza: «In quella serenata tutti abbiamo riconosciuto l'Amore, nella semplicità e nell'immediatezza del suo linguaggio universale. Oggi, la malattia ha spezzato il loro abbraccio e vorrei rivolgere a entrambi, nella commozione dell'intera comunità piacentina, un pensiero speciale». E ancora: «Dicendo grazie, al signor Stefano, per quel gesto di tenerezza che ci ha ricordato cosa significhi, davvero, volersi bene. Fare di tutto perché l'altra persona non si senta sola, trovando il modo di superare qualsiasi barriera. Non avere paura di mostrarsi vulnerabili, di manifestare ciò che si prova. Saper toccare il cuore di coloro che amiamo, sino all'ultimo istante».

Ultimo aggiornamento: 10:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA