Covid, Bill Gates: «Rischio nuova variante più letale e più contagiosa di quelle che conosciamo»

Lunedì 2 Maggio 2022
Covid, Bill Gates: «Rischio nuova variante più letale e più contagiosa di quelle che conosciamo»

Ci sarebbe, in agguato, una variante del coronavirus particolarmente pericolosa, cioè più fatale e più contagiosa di quelle che conosciamo (variante Omicron 2 è già contagiosissima). Lo sostiene Bill Gates: «Non abbiamo visto il peggio del Covid». Il miliardario di Microsoft ha detto al Ft che c'è un rischio «superiore al cinque per cento» di vedere una pandemia generata da una variante del virus più trasmissiva e «ancora più fatale». In precedenza Gates aveva avvertito che il peggio della pandemia si sarebbe visto nel dicembre 2021. E nel 2015 disse che il mondo non era pronto per affrontare una pandemia. 

Il rischio che questa variante compaia è «molto al di sopra del cinque per cento» e significa che dobbiamo ancora vedere il peggio della pandemia. L'avvertimento di Gates arriva dopo che il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), questa settimana ha avvertito che la gente deve ancora proteggersi dal virus, e che la diminuzione dei test e della sorveglianza del Covid in molti paesi ha lasciato il mondo al rischio di una recrudescenza delle infezioni. 

Gates - il cui nuovo libro "How to Prevent the Next Pandemic" è in uscita - ha consigliato ai governi di tutto il mondo di investire in un team di epidemiologi e informatici per aiutare a identificare le minacce alla salute globale in futuro.
Ha chiamato il suo piano l'iniziativa Global Epidemic Response and Mobilization e ha detto che dovrebbe essere gestito dall'OMS - l'unico organismo che ha affermato di essere in grado di costruire e gestire il team di esperti «di alto livello» ad un costo di circa 1 miliardo di dollari l'anno.

Ha detto che l'attuale modello di finanziamento dell'OMS non era «per niente serio riguardo alle pandemie» e che meno di dieci persone hanno lavorato a tempo pieno sulla preparazione delle epidemie.

I ricoveri giornalieri per Covid nel Regno Unito hanno toccato il minimo da due mesi e le morti sono crollate del 40% in una settimana. I dati giornalieri del governo - che sta diventando sempre meno affidabile perché si fanno sempre meno test e quelli gratuiti sono stati eliminati - hanno mostrato che ci sono stati1.186 ricoveri in tutto il Regno Unito il 23 aprile. 

Questo vuol dire quasi il 18 per cento in meno rispetto alla settimana precedente e un calo del 36 per cento in due settimane. I dati dell'Office for National Statistics (ONS) suggeriscono che 2.4milioni di persone in Inghilterra sono state infettate dal virus la scorsa settimana, equivalente a una persona su 25 - in calo di un quarto rispetto alla settimana precedente.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 3 Maggio, 09:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA