Sindaca di Città del Messico sostituisce Cristoforo Colombo con la statua di una donna indios

Martedì 7 Settembre 2021
Sindaca di Città del Messico sostituisce Cristoforo Colombo con la statua di una donna indios

La sindaca di Città del Messico, Claudia Sheinbaum ormai ha deciso e l'annuncio non poteva che essere origine di enormi polemiche: al posto della statua del grande esploratore Cristoforo Colombo che da cento anni faceva bella mostra sul Viale del Paseo della Reforma, nella capitale messicana, verrà innalzata e sostituita con la figura di una donna indigena. Colombo verrà abbattuto per fare i conti con la commemorazione pubblica del suo passato, visto che è ritenuto all'origine della condizione di emarginazione dei popoli indios. Sheinbaum, ha detto che è tempo per un cambiamento del paesaggio urbano ma anche per far posto a un monumento che offre "giustizia sociale".

«Annunciamo che la rotonda di Colombo diventerà molto presto, in ottobre, un grande riconoscimento dei 500 anni di resistenza delle donne indigene del nostro paese. Lo dobbiamo a loro».

Diverse statue del navigatore italiano sono state rimosse negli Stati Uniti durante le proteste del movimento "Black lives matters" e ogni 12 ottobre in Messico, dove il "Columbus Day" non si celebra ufficialmente, i manifestanti nativi si ritrovano davanti alla statua per denunciare i crimini coloniali. La statua dell'esploratore di origine genovese verrà ricollocata in un posto "diginitoso" sicuramente periferico, ha promesso la sindaca. 

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 14 Settembre, 08:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA