Giuseppe Moscarella, Mister Italia e Mister Cinema 2020: 24 anni, ama Shakespeare e sta per laurearsi in Economia

Domenica 2 Agosto 2020 di Francesca Mari

Non solo muscoli, ma tanto studio e formazione. Perché le due cose vanno di pari passo e, come dicevano i latini «mens sana in corpore sano». Questo è il pensiero di Giuseppe Moscarella, il nuovo Mister Italia e Mister Cinema eletto ieri a Pescara nel concorso nazionale «Mister Italia» by Claudio Marastoni. Lo ha incoronato Anna Falchi. Il 24enne di Torre del Greco, laureando in Economia con tesi in Management delle imprese internazionale, ha sbaragliato 60 concorrenti avvenenti accorsi da tutta Italia. Moro, occhi verdi; alto 1.88 per 79 chili di peso, il giovane campano non è soltanto bello ma ha tanti interessi e dedica gran parte della giornata allo studio. Ha frequentato il liceo «Tilgher» di Ercolano e a breve si laureerà in Economia all’Università Parthenope di Napoli.

Inoltre, studia recitazione all’Accademia del teatro Cilea di Napoli, direzione artistica Lello Arena e produzione Tunnel. Ama Shakespeare e Pirandello, ama la lettura ed è interessato, in particolare, allo studio psicologico dei personaggi. Fa parte, inoltre, della compagnia di «La fabbrica dei sogni» di Sal Da Vinci. Pratica sport da anni: ha praticato calcio, palestra ed ora la disciplina a corpo libero Calisthenics. Tra i suoi hobby anche la pesca e la corsa in spazi aperti, a contatto con la natura. 
E’ stato accompagnato a Pescara dal padre Vincenzo e dalla madre Rosanna Stasi, ha un fratello di 19 anni di nome Simone che vuole studiare grafica. «Ma seguirà la mia strada perché è molto bello»- dice il nuovo Mister Italia. 
 

 

«Ho partecipato a questo concorso – spiega Giuseppe al Mattino – perché volevo mettermi in gioco, così ho scelto il concorso nazionale più accreditato ed ho vinto. Per il Covid abbiamo fatto delle selezioni tramite web e sono arrivato tra i sei super finalisti, poi la finalissima l’abbiamo fatta a Pescara. Sono contento, ora penso a laurearmi e poi spero di poter realizzare il mio sogno di lavorare nel Cinema, amo il teatro ma come formazione di base per fare cinema».

Giuseppe ha anche fatto qualche intervento nella fiction «Vivi e lascia vivere» diretta da Pappi Corsicato con Massimo Ghini, ma spera che questo concorso possa aprirgli le porte del grande schermo. «E’importante che la bellezza sia supportata dalla formazione, dallo studio e dai valori alla base – conclude -  e crederci sempre molto.  Se ci sono queste caratteristiche e si ha fame di sapere non è la stessa cosa di chi ha pure talento ma non si dedica allo studio». 
Anche il torrese Ciro Torlo fu eletto Mister Italia nel 2001, ora è un modello affermato in America. 

Ultimo aggiornamento: 16:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA