Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Elisabetta Franchi cerca un nuovo responsabile della comunicazione: su LinkedIn in un giorno si candidano in 700

Martedì 31 Maggio 2022
Elisabetta Franchi cerca un nuovo responsabile della comunicazione: su LinkedIn in un giorno si candidano in 700

Sarà stato l'enorme danno mediatico causato dalle sue parole e dai successivi comunicati. Sta di fatto che Elisabetta Franchi ha aperto per il suo brand di moda una posizione per responsabile della comunicazione e del marketing. E nonostante le polemiche - in un convegno aveva detto di preferire donna "anta" per i ruoli da manager perché non più giovanissime e quindi meno stressate da incombenze familiari - in un giorno sono state oltre 700 i curricula arrivati su LinkedIn

«La risorsa sarà di supporto alla proprietà nelle relazioni esterne e in tutte le attività volte alla promozione del brand con partecipazione attiva nelle scelte strategiche», si legge nell'offerta di lavoro. Tra le principali responsabilità la gestione e il coordinamento del team, la responsabilità dei rapporti con gli editori dei magazine e la stesura del media plan per l'Italia e per l'estero; e ancora, l'organizzazione si sfilate, presentazioni, la gestione del marketing, il coordinamento degli uffici media e di public relations, l'organizzazione di shooting e la gestione del budget marketing stagionale. 

I requisiti

Tra i requisiti «almeno 5 anni di esperienza in ruoli simili per Fashion/Luxury Company, inglese di livello C2, ampia visione strategica del marketing e attività di public relations, disponibilità a viaggiare, possibilità di trasferimento, capacità relazionali e problem solving». 

L’imprenditrice bolognese del settore della moda è finita nella bufera qualche settimana fa per le sue frasi a proposito del lavoro femminile (“le donne in azienda sì, ma over 40, così se dovevano fare figli li hanno già fatti, hanno fatto tutti i giri di boa e lavorano tranquille al mio fianco 24 ore su 24”) per poi in parte correggere il tiro in interviste televisive e in comunicati stampa. Che evidentemente non la hanno soddisfatta. Al futuro responsabile il compito (duro) di risollevarne le sorti, almeno sui media. 

 

Ultimo aggiornamento: 15:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA