Enzo Paolo Turchi, pensione da 720 euro al mese: «Da fame»

ARTICOLI CORRELATI
4
  • 241
Enzo Paolo Turchi si sfoga e parla della sua pensione che definisce «da fame». Il coregrafo e ballerino sposato con Carmen Russo ha sollevato la questione relativa alla sua pensione a Diritto e Rovescio su Rete 4.
Oggi 70enne, Enzo Paolo Turchi ha rivelato di percepire, dopo una vita di successi, una pensione di «solo 720 euro al mese». 


Sara Tommasi incinta, la nuova vita dopo il periodo buio: «Non ricordo nulla, non ero io»
Sonia Bruganelli e Taylor Mega, shopping insieme da Chanel: pioggia di critiche per il lusso sfrenato
Reddito di cittadinanza, hotel e stabilimenti senza personale: «Non vengono a lavorare per non perdere i soldi»
Grey's Anatomy, il dramma di Ellen Pompeo: «Per 10 anni ho pensato solo ad andarmene»



«Un ballerino che gli ultimi anni non è in piena frma lavora meno, insegna e fa altro, anche quando si lavorava si faceva un programma di due mesi poi ci si fermava», ha spiegato mister Tuca Tuca, dal ballo accanto a Raffaella Carrà che lo rese celebre.

Nonostante la cifra modesta, Enzo Paolo Turchi non percepisce la situazione in negativo, e anzi, si sente quasi un privilegiato e sottolinea che quasi tutti i colleghi hanno una pensione simile: «Bisognava farsi una pensione da soli», ha detto. Le parole del coreografo hanno puntato nuovamente i riflettori sulla questione pensione, che sta molto a cuore a tutti gli italiani e tanti sono stati i commenti positivi raccolti suoi social.  


 
Domenica 9 Giugno 2019, 10:20 - Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-06-10 07:33:48
Vogliamo parlare della palestra che apri con la moglie a fuorigrotta?
2019-06-09 19:48:25
Magari puo' chiedere il reddito di cittadinanza !
2019-06-09 15:37:38
Un sacco di pensionati prendono anche meno dopo UNA DURA VITA DI LAVORO e non di scialacquii ma non vanno in televisione a piangere!!! Ti dovresti vergognare!!!!
2019-06-09 11:14:03
Caro Enzo Paolo o ci fai o ci sei , tutti sanno che la pensione si ottiene versando contributi allo stato durante l'attività lavorativa , chiaramente più versi più ottieni alla fine . Voi liberi professionisti che vi lamentate evidentemente , non pensando al futuro , ( poiché nella giustizia della natura tutti invecchiamo ) vi siete sputtanati i soldi e non mi venire a dire che non ne hai guadagnati in grande quantità, pertanto non dirci che hai una pensione da fame poiché una pensione così misera c'è l'hanno tantissimi artigiani, con la differenza che durante la vita non si sono affatto divertiti con quel poco che guadagnavano . Morale: stai zitto che è meglio …..

QUICKMAP