Gabriele Vagnato, chi è il tiktoker che è andato dal Papa (insieme a Blanco) all'incontro per i giovani

Lunedì 18 Aprile 2022
Alla corte del Pontefice sbarca un tik toker, Gabriele Vagnato, che con Blanco sarà all'incontro per i giovani organizzato dal Papa

Il Papa e un tik toker. Un incontro tra fede e social network che ha dell'incredibile. E' quanto avvenuto tra Papa Francesco e Gabriele Vagnato, 21enne tra i più seguiti su Tik Tok. Il ragazzo, da qualche anno, ha anche un suo canale su YouTube, dove intrattiene gli utenti con interventi comici e sarcastici. Ma oggi, ha preso parte ad un evento diverso dal solito: in Piazza San Pietro, a Roma, insieme a Blanco ha incontrato il Papa, durante l'evento che ha organizzato con i giovani, il primo dopo la pandemia.

 

Leggi anche > Catherine Spaak, a Oggi è un altro giorno l'aneddoto su Fabrizio Frizzi: «Poteva essere sua suocera»

Di fronte ad 80.000 persone, il tik toker è stato chiamato ad "esibirsi" in rappresentanza della categoria social che lo segue: circa tre milioni di follower. Ma se davanti allo smartphone, Gabriele è sempre disinvolto, durante l'evento è apparso molto teso. A rilevarlo è stato lui stesso su Instagram, dove ha postato delle stories dei suoi sketch in cui gli veniva detto che la folla contava 80.000 persone: «Ah bene» ha risposto ironicamente il tiktoker.

Ma già in precedenza, Gabriele aveva mostrato la sua preoccupazione. In un'intervista a Repubblica l'influencer ha detto: «Cosa ci faccio lì sarà la prima cosa che chiederò al manager del Papa, posto che ne abbia uno e che non sia l’Altissimo. Devo ringraziare Andrea, che ho conosciuto al Festival di Sanremo. Siamo stati subito in sintonia, poi un giorno mi ha telefonato e mi ha parlato di un evento davanti a 20 mila persone. Alla telefonata dopo erano diventati 57 mila, più il Papa. Per fortuna non ce n’è stata una terza, sennò chissà».

Di fronte all'incontro col Pontefice è molto emozionato: «Papa Francesco ci riceverà prima dell’evento – ha rivelato a ‘Oggi’ –. Giusto per diminuire la mia preoccupazione… Continuerò a dirmi ‘Non fare cavolate’. So che se dico una cosa brutta si arrabbierà. E poi mi chiedo: come lo saluto il Papa? Gli dò la mano? Lo saluto con il gomito? Mi devo inchinare? Mi sta salendo l’ansia».

 

Ultimo aggiornamento: 20:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA