«I malati di cancro non sono fighi». Una napoletana: sono io la vera autrice del post sulla Toffa

1
  • 947
Ciao a tutti, 

mi ritrovo qui a scrivere questa mail dietro insistenza di molte persone che , forse più di me , chiedono che venga fatta una precisazione sull autrice del post Nadia Toffa . 

Sono io l'autrice di questo post che in rete ha avuto oltre centomila condivisioni , grazie anche a Catia Brozzi che lo ha copiato e ne ha anche modificato una piccola parte , spostando un punto di domanda .

Non credevo che uno sfogo di mezzanotte , quando ormai marito e figli dormono, potesse diventare virale .

Se l avessi saputo forse l avrei scritto con più attenzione , invece è stato scritto tutto di getto , con le lacrime agli occhi, mentre a fine giornata i miei pensieri sono rivolti a chi purtroppo. A causa di questa malattia non è più con me. 

Da quel momento ho ricevuto tanta solidarietà, sia pubblicamente che in privato. Tante persone hanno confessato di aver pianto, tante si sono riviste nella mia descrizione sia di ammalato che di chi  assiste ed accompagna la persona amata nella malattia. Tanti mi hanno criticata, è giustissimo, il dissentire è alla base della democrazia e , chi mi conosce , sa che sono a favore di ogni tipo di libertà  figuriamoci per quella di espressione . 

Devo ammettere che sono rimasta male del fatto che al post sia stata attribuita una maternità errata, solo sul sito di Dagospia hanno pubblicato la mia foto con il mio nome.

La mia delusione deriva dal fatto che Catia, dopo numerose critiche, ha bloccato la possibilità di commentare e quindi, le persone che nelle mie parole hanno trovato la possibilità di usufruire di un momento di condivisione, non trovando il post originale che chiaramente io ho lasciato aperto a critiche ed elogi, non sanno dove poter scrivere le loro riflessioni . 

L'ho già detto più volte,  questo post non mi appartiene più, è di tutti coloro che nelle mie parole si sono riconosciuti e che hanno provato un sentimento, uno qualsiasi ....

Non è la notorietà che cerco ma dare la possibilità  a chi vuole lasciare un commento, di poterlo fare . 

Melissa Cosentino 
Venerdì 23 Febbraio 2018, 13:12 - Ultimo aggiornamento: 23-02-2018 13:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-23 16:03:11
Giusto che sia cosi, non è giusto appropriarsi di stati d animo e pensieri di altri.

QUICKMAP