La nuova vita di Patrizio Oliva: l'ex pugile produce mozzarelle a Malta

0
  • 3
Dall'oro olimpico a Mosca 1980 all'oro bianco della mozzarella. Nuova vita per l'ex campione pluridecorato di pugilato Patrizio Oliva che, a Malta, ha cominciato a produrre il formaggio a pasta filata più noto, e buono, del mondo. «Senza usare le mani non so proprio stare - ha spiegato Oliva -, così ho accettato l'invito di due amici, gli imprenditori napoletani Massimo Palumbo e Giuliano Cimmino, ideatori del brand Himù, e mi sono tuffato in questa nuova e stimolante avventura. Mi dividerò tra Napoli e St Julian's. Del resto, sacrifici e sfide scandiscono da sempre ogni minuto della mia vita. E comunque la mozzarella di bufala mi fa impazzire».

Il 'maestro casaro' Gennaro Sabatasso ha coordinato le operazioni di mozzatura, mentre Oliva, che in passato è stato anche ct della Nazionale, ha coinvolto un altro ex campione, nonché amico di vecchia data, del calibro di Claudio «El diablo» Chiappucci. Insieme a loro miss Italia Chef 2017 Samira Lui. «Dal Cilento - ha spiegato Sabatasso - arriva la cagliata prodotta con latte di bufala. Una volta arrivata a Malta viene lavorata con un fusore che fila e mozza il prodotto in pezzi che vanno dai 25 ai 250 grammi. A mano, invece, avviene la lavorazione di trecce, nodini, zizzona di Battipaglia e burrata»
Lunedì 26 Febbraio 2018, 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP