Bimba di 8 anni va a scuola in Limousine: polemica sui social. Una mamma accusa la preside

Giovedì 7 Febbraio 2019
A otto anni a scuola in Limousine. Accade a Noicattaro, alle porte di Bari, dove una mamma ha scritto un post su Facebook rivolgendosi alla dirigente scolastica dell'istituto, una scuola primaria di Parchitello, frequentato dai suoi figli. L'episodio ricorda quello della bambina di Altamura (sempre provincia di Bari) che per la sua prima comunione arrivò in chiesa a bordo di una carrozza trainata da cavalli bianchi (il caso fu segnalato dalla blogger Selvaggia Lucarelli e suscitò numerose polemiche sui social). 

«Cara Preside, oggi una limousine lunga 5 metri attendeva una bimba di 8 anni e solo alcuni dei suoi compagni di classe all'uscita dalla 'sua' scuola pubblica, accanto al pulmino pubblico pagato dal Comune
», si legge nel post«Stasera toccherà a noi famiglie mettere una pezza, cercando di circostanziare il significato di quella bravata, riportando i nostri figli alla realtà. Tanto già lottiamo con il mito dei calciatori e dei ballerini di Amici, adesso dobbiamo solo aggiungere il mito della limousine per il compleanno di 8 anni...». «Lei lo sapeva? Era d'accordo? - chiede la mamma alla preside - Domani mi posso aspettare che girino una puntata di Beautiful o di Amici? Doveva vederli, gli sguardi dei bimbi stanchi, dopo 8 ore di scuola, increduli, curiosi e gelosi... E incapaci di interpretare quell'evento».

Tra i commenti al post c'è chi è d'accordo con la mamma arrabbiata, e scrive di essere dispiaciuto «per la bimba, vittima innocente di un pericoloso oggi e ancor più dopo, cattivo esempio e insegnamento»; ma anche chi non condivide: «Se un genitore può permettersi di regalare un giorno così al suo bambino deve sempre essere messo alla gogna?». Quanto al ruolo della preside nella vicenda, in parecchi dicono poi di «non capire cosa c'entri» la dirigente scolastica, dal momento che tutto è accaduto «fuori dalla scuola».
Ultimo aggiornamento: 17:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA