Luca Dotto, muore la mamma del campione di nuoto: aveva 55 anni, lottava contro un tumore

Sabato 11 Luglio 2020 di Michelangelo Cecchetto
NUOTO IN LUTTO E' mancata Guglielmina Cosma, mamma del campione Luca Dotto
L’11 giugno scorso ha nuotato con il figlio pluricampione Luca Dotto. Otto giorni dopo ha affrontato l’operazione e con coraggio, determinazione e grinta, la malattia, come sa fare chi si cimenta con le sfide dello sport. Nel suo caso il nuoto, vera passione. Purtroppo non c’è stato nulla da fare. Tracollo repentino, nemmeno due mesi, e ieri alle 5 del mattino nell’ospedale di Cittadella il tumore cerebrale ha avuto il sopravvento e si è portato via Guglielmina Cosma.

Aveva 55 anni ed era istruttrice al Centro nuoto Cittadella. Lascia anche il marito Fabrizio, 5 fratelli ed una sorella. La famiglia abita a Tombolo. «Mi ha accompagnato per 38 anni. Una donna dalle mille sfaccettature tutte positive, dai mille interessi a cominciare dalla famiglia e dal nuoto. Schiva, modesta, sincera e leale, non sono frasi di circostanza - tiene a sottolineare papà Fabrizio Dotto - Metteva passione in tutto quello che faceva. Seguiva Luca mentre io sono appassionato di subacquea. Era capace di gioire per le piccole cose ed avere sempre un pensiero per chi soffre, soprattutto i bambini, che sosteneva anche a distanza. Era felice di poter insegnare il nuoto soprattutto ai piccoli diversamente abili. Non vedeva l’ora di poter riprendere».

IL RICORDO
«Non c’era persona che non riuscisse a motivare e facesse evolvere nel nuoto. I bambini l’amavano e gli adulti le erano affezionati. Rispettava tutti. Non ci diamo pace di aver perso una persona così, non ci crediamo veramente - è il ricordo dei colleghi del Centro nuoto - Guglielmina era carismatica, ma semplice e misurata, mai sopra le righe, preparatissima e benvoluta da tutti. Sportiva, senza eccessi, ed il talento del figlio Luca lei lo esprimeva nell’insegnamento. Lo scorso dicembre era mancata una sorella».


FEDERAZIONE IN LUTTO
«Tutto il mondo del nuoto si stringe al campione internazionale, riferimento del movimento acquatico - è il messaggio diffuso dalla Federazione italiana nuoto - Giungano al marito Fabrizio, al nostro Luca e a tutti i familiari le più sentite condoglianze del presidente Paolo Barelli, dei presidenti onorari Lorenzo Ravina e Salvatore Montella, dei vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, del segretario generale Antonello Panza, del direttore tecnico della squadra nazionale Cesare Butini, del consiglio e degli uffici federali e di tutto il nuoto italiano. Forza Luca. Ti siamo vicini in questo momento di profondo dolore». La famiglia Dotto invita a destinare le spese per gli omaggi floreali, al sostegno dell’infanzia abbandonata. Nel Duomo di Cittadella, per consentire l’accesso ad un maggior numero di persone, domenica alle 19,30 ci sarà la preghiera di suffragio e lunedì alle 15,30 saranno celebrate le esequie dopo le quali il feretro verrà cremato. Ultimo aggiornamento: 09:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA