Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Mamma e papà vi amo»: il video che mostra un soldato ucraino fa il giro del web

Giovedì 24 Febbraio 2022
«Mamma e papà vi amo»: il video che mostra un soldato ucraino fa il giro del web

Circola sul web un video che mostra un soldato che aggiorna sui bombardamenti russi in Ucraina. Sono centinaia di migliaia le visualizzazioni in tutto il mondo e numerosi i commenti degli utenti di Twitter colpiti dalle parole del filmato.  «È un bene che siamo tutti vivi ora. Per ogni evenienza, mamma papà vi amo, andrà tutto bene», dice il giovane con tuta mimetica e caschetto. 

Leggi anche > Ucraina, la dichiarazione di guerra di Putin all'alba: «Se interferenze straniere, conseguenze mai viste». Kiev: «Ci difenderemo»

Questa mattina il mondo si è risvegliato con l'attacco della Russia all'Ucraina. I timori delle ultime settimane sono diventati realtà e in queste ore si sta assistendo alla fuga dei cittadini, alla coda di automobili sulle strade e alle esplosioni di quelli che sarebbero gli obiettivi strategici di Vladimir Putin. Sui social spopola l'hastag "Russia Ukraine Conflict" e i video di quanto sta accadendo rimbalzano di account in account. 

Uno di questi è quello che mostra un soldato nel pieno dell'attacco e poco dopo un bombardamento. «Un video di un soldato ucraino dopo il bombardamento è apparso sui social network. Mamma, papà, ti amo», è la didascalia di un giornalista che ha condiviso il filmato. «Le parole di questo giovane soldato ucraino hanno spezzato il mio cuore di genitore», è uno dei commenti che si leggono sul web. Tantissimi i retweet e visualizzazioni in costante aumento. 

Ultimo aggiornamento: 14:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA