Massimiliano Rosolino va da Manuel Bortuzzo in ospedale: «Da genitore fatico a capire»

Massimiliano Rosolino va da Manuel Bortuzzo in ospedale: «Da genitore fatico a capire»
di Alessia Strinati

0
  • 2
Tanta solidarietà per Manuel Bortuzzo, la promessa del nuoto 19enne che è rimasta vittima di una sparatoria a Roma. Il ragazzo purtroppo non potrà più avere l'uso delle gambe a causa di una grave lesione spinale e il percorso di guarigione sarà lungo. Un momento difficile per il giovane, che è stato supportato da amici, parenti, ma anche una persona molto speciale per lui. Massimiliano Rosolino, campione olimpico di nuoto italiano, è andato a fare visita al ragazzo.



In uno scatto, immortalato dal padre di Manuel, si vede il campione accanto al letto dell'Ospedale San Camillo di Roma nel reparto di terapia intensiva. Con il camice verde si è avvicinato al letto di Manuel e lo ha incoraggiato: «Ha capito tutto e credo che i giovani abbiano più energie dei genitori, perché io da genitore faccio fatica a capire cosa si prova», sono state le parole di Rosolino dopo la visita. «Ora lui insieme ai suoi genitori dovranno affrontare un percorso che mi auguro sia positivo. Un ragazzo così giovane ha una vita davanti anche se una grande parte gliela hanno buttata via, ma si rifarà», ha poi concluso. Parole di incoraggiamento anche da parte di Federica Pellegrini, che sul suo account Instagram ha scritto: «La speranza vede l'invisibile tocca l'intangibile e raggiunge l'impossibile?#ForzaManuel».
 
Venerdì 8 Febbraio 2019, 11:15 - Ultimo aggiornamento: 08-02-2019 11:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP