Da 23 anni mangiano tutti i giorni al McDonald's: «Siamo magri e in perfetta forma»

Da 23 anni mangiano tutti i giorni al McDonald's: «Siamo magri e in perfetta forma»
di Simone Pierini

1
  • 1764
Tom Jones, 83 anni, e la moglie Pauline, 82 anni, mangiano tutti i giorni da McDonald's. Lo fanno da 23 anni consecutivi«Ad eccezione dei periodi di vacanza, non abbiamo mai saltato un giorno. Siamo magri e in perfetta forma». La coppia percorre ogni giorno circa 2,5 miglia dalla loro casa di Southgate Street, a Bath, in Gran Bretagna, per raggiungere il loro fast food preferito. Lo fanno camminando, passeggiando tra i negozi del paese per poi recarsi a pranzo. 



Tom, il marito, mangia sempre il Big Mac, il suo panino preferito. Pauline, la moglie, sceglie dal menù in base al suo umore. «Camminiamo 2,5 miglia ogni giorno per arrivare qui - racconta Pauline - ci prendiamo un caffè alle 8.30 del mattino e poi andiamo a dare un'occhiata ai negozi, poi andiamo al McDonald's per quello che chiamiamo uno spuntino».

«Veniamo qui sette giorni alla settimana, tutti i giorni - aggiunge Tom - tranne quando siamo stati in vacanza non abbiamo perso un giorno in 23 anni». «Ci piace tornare qui ogni giorno per la cordialità delle persone che ci lavorano - dice ancora - Sono sempre molto disponibili, ci sentiamo parte del locale, parte dell'arredamento, come se sapessero chi siamo e sono così gentili. Ci piace la mattina perché non è molto affollato come all'ora di cena, non siamo gente dei pub e apprezziamo la comunità che troviamo al McDonald's»

«Sono tutte sciocchezze queste che dicono su McDonald's che ti fa ingrassare, è spazzatura - ha concluso Tom - Noi siamo in perfetta forma, ma è anche vero che ci siamo sempre tenuti allenati con l'esercizio fisico, camminiamo molto».
Sabato 10 Novembre 2018, 21:23 - Ultimo aggiornamento: 10-11-2018 22:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-11-11 10:31:57
Non esiste cibo spazzatura ma abitudini spazzatura. Se uno non sa contenersi ed è pigro, ingrasserebbe anche mangiando zuppette ogni giorno perchè troverebbe metodi non tracciabili di ingerire cibo. La storia del cibo dannoso da tassare, come le bibite, è una palla nata dal desiderio di aumentare le tasse con la scusa del beneficio sanitario collettivo

QUICKMAP