Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Meghan Markle e il matrimonio con Harry: «Ha sposato il principe per diventare famosa»

Giovedì 21 Luglio 2022 di Simona Antonucci
Meghan Markle e il matrimonio con Harry: «La duchessa ha sposato il principe per diventare famosa». Il libro bomba

“Mi ama o non mi ama?”... Chissà se il principe Harry sta sfogliando una margherita dopo le rivelazioni di Tom Bower che ha messo nero su bianco, in un nuovo racconto da insider, fatti e misfatti di sua moglie. Nella nuova biografia, appena uscita, intitolata Revenge: Meghan, Harry e la guerra tra i Windsor, l’autore lancia una bomba: Meghan avrebbe sposato il principe Harry per diventare famosa. La serie “Suits” di cui Meghan era interpete «non era così popolare». E la giovane attrice sperava «che la famiglia reale potesse diventare la sua Hollywood».

Good Morning Britain

Tom Bower ha argomentato chiaramente le sue tesi anche in tv. Ospite di “Good Morning Britain” programma che dal 2014 intrattiene gli inglesi dal lunedì al venerdì, dalle 6 alle 9, del mattino, parlando con i conduttori Ben Shephard e Charlotte Hawkins, ha affermato che quando Meghan si è resa conto che la famiglia reale era “un sacco di lavoro e poca ricompensa”, non le è più piaciuta. Aggiungendo: «È sbagliato dire che era un’attrice famosa, perché non è vero. Era un’attrice di terza categoria, e “Suits” era visto solo da un milione di persone».

Suits

Il conduttore Ben Shephard ha provato a contraddirlo: «Aveva un alto profilo a Hollywood e “Suits” è una serie trasmessa in tutto il mondo, quindi la gente sapeva chi fosse, anche prima del matrimonio». Ma Tom Bower ha rincarato la dose rispondendo che la copertina su Vanity Fair, Meghan l’ha conquistata soltanto quando ha cominciato a uscire con Harry. Prima, neanche Graydon Carter, l’editore di Vanity Fair che ha commissionato l’articolo, aveva mai sentito parlare di lei e di “Suits”. Ma gli era stato solo detto che chiunque sposasse Harry sarebbe diventato famoso e lei a quel punto lo era diventata».

 

La famiglia Reale

Un matrimonio, quindi, che rientrerebbe in un progetto studiato a tavolino: «Lei», continua l’autore del libro, «annunciò a suo padre che voleva essere famosa e camminare sul tappeto rosso. Sposando Harry realizzò esattamente questa ambizione». Per quanto riguarda l’accoglienza a Palazzo, il biografo sostiene che la famiglia reale abbia fatto di tutto per includerla nella famiglia. «Ma è andata male. Sopratutto perché Meghan non ha idea di che cosa sia la monarchia». L’autore ha poi ammesso di aver ottenuto molte delle informazioni da persone che non amano Meghan, perché lei avrebbe chiuso la bocca agli amici più cari, impedendo a tutti di parlare con Bower. «È stata una corsa in salita, ma sono riuscito ad avvicinare circa 80 persone. Ho passato al setaccio tutto, non ho mai inserito cose che non fossero vere e che non potessero essere verificate». Bower non è nuovo a visite in tribunale per le sue biografie controverse, ma finora non è stata ancora presentata alcuna querela da parte del team legale della coppia reale.

Ultimo aggiornamento: 19:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA