Si butta nudo nella fontana delle Naiadi di piazza della Repubblica e tenta di ferire gli agenti

Mercoledì 8 Dicembre 2021
Nudo nella fontana di piazza della Repubblica a Roma, agenti in acqua: tensione e arresto

Completamente nudo ha seminato il panico prima a piazza dei Cinquecento, a due passi dalla stazione Termini, imbracciando il collo di una bottiglia e minacciando i passanti. Poi si è arrampicato sulla fontana delle Naiadi, sbracciandosi, davanti agli occhi sbigottiti dei passanti che hanno ripreso la scena in un video diventato subito virale. Ieri mattina, alle 9,30 circa, a rincorrere l’uomo senza vestiti, nigeriano, 22 anni, con in testa un cappello rosso, sono stati gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale. Dapprima hanno cercato di convincere l’uomo a scendere dalla fontana, poi si sono dovuti immergere nell’acqua gelida e alla fine sono dovuti intervenire in dieci per tentare di fermare il nigeriano che come una furia continuava a sguazzare nella fontana. Sono dovuti intervenire anche agenti della Polizia di Stato.

 

Irrefrenabile

Sembrava irrefrenabile, incontenibile, gli agenti hanno dovuto utilizzare anche lo sfollagente per cercare di fermarlo e di far tornare la calma nella piazza gelida per il clima invernale. Alla fine i vigili del Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale e del Gruppo Sicurezza Sociale Urbana sono riusciti con grande difficoltà a fermare l’uomo. Due agenti sono rimasti contusi e per loro la prognosi è di sette giorni. Il nigeriano, con permesso di soggiorno, è stato portato in evidente stato di agitazione al Policlinico Umberto I per accertamenti sul suo stato di salute mentale. Nel frattempo era scattato il fermo per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Un episodio quello di ieri in pieno Centro che ha risollevato il tema della sicurezza e dei controlli, in un quadrante della Capitale dove sono tantissimi gli episodi di violenza. Sull’accaduto è intervenuto il prefetto Matteo Piantedosi che ha ringraziato ed espresso apprezzamento per gli operatori della polizia di Roma Capitale e della Questura che sono intervenuti nella difficile situazione. «L’episodio - ha detto il prefetto - testimonia le difficoltà in cui si imbattono le forze dell’ordine nello svolgimento quotidiano del loro lavoro. Ma anche la dedizione e lo spirito di sacrificio con cui assicurano la quotidiana sicurezza dei cittadini». Anche il questore Mario Della Cioppa ha ringraziato gli agenti e ha precisato: «È stato utilizzato lo sfollagente in dotazione esclusivamente per rendere inoffensivo il soggetto, senza arrecargli alcun danno fisico». Sull’episodio ha twittato anche Matteo Salvini: «La mia solidarietà ai poveri agenti, costretti a farsi un bagno nel giorno dell’Immacolata. Una riflessione: è questa l’immigrazione di cui Italia ha bisogno? Sono queste le risorse che pagheranno pensioni agli italiani? Questo video potrà far ridere qualcuno, io non ce la faccio».

 

 

 

 

I precedenti

E sono praticamente quotidiani i casi di violenza a Termini. Sabato scorso, in pieno giorno, un altro nigeriano, 36enne, ha minacciato i passanti con un coltello davanti alla pensilina del tram 5 di via Giolitti. A frenare la furia dell’uomo, è stata la polizia che ha rincorso il violento e lo ha bloccato in piazza dei Cinquecento. Appena due giorni dopo in via Marsala, un somalo di 31 anni, senza fissa dimora, durante una lite si è scagliato contro un nigeriano e lo ha sfregiato sul volto con un coccio di bottiglia. A fermarlo sono stati i carabinieri della Stazione Roma Macao. Sulla violenza di ieri è intervenuto anche il Sulpl. «L’episodio dimostra per l’ennesima volta la presenza sul territorio ed il quotidiano contributo che le Polizie Locali rendono alla sicurezza effettiva e percepita nel Paese» ha detto il segretario romano aggiunto Marco Milani.

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 22:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA