Paola Egonu: «Vittima di razzismo fin dall'asilo. Non ho mai risposto, ecco perché»

La campionessa europea racconta la sua vita privata e la carriera

Sabato 2 Ottobre 2021
Paola Egonu a Verissimo: «Vittima di razzismo fin dall'asilo. Non ho mai risposto, ecco perché»

Paola Egonu racconta a Verissimo il suo recente successo agli europei. La pallavolista italiana ripercorre le tappe della sua carriera parlando anche della sua vita privata. A Silvia Toffanin non nasconde il grande affetto per la sua famiglia e la passione per la sua professione. Paola racconta le accuse e gli attacchi ricevuti sui social: «Sono riuscita ad andare avanti grazie al supporto della mia famiglia, dei miei amici e delle mie compagne di squadra». Su queste ultime aggiunge: «Sono veramente felice di averle nella mia vita». 

Video

La sua vita da campionessa oggi è felice e piena ma non dimentica gli espisodi di razzismo subiti in passato e che purtroppo continuano ad esserci. I primi risalgono addirittura a quando andava all'asilo: «Capivo cosa mi dicevano, ma non comprendevo il motivo di tanta cattiveria». Episodi che continua a vivere anche oggi. Paola poi aggiunge: «Ne ho sempre parlato con i miei genitori, loro mi hanno sempre preparato a questo, dicendo che sarebbe potuto succedere e hanno sempre detto che non dovevo replicare perché non dovevo abbassarmi al loro livello».

 

Leggi anche > Barbara Palombelli, ospite a Verissimo, il messaggio choc di Rita della Chiesa

 

Paola sul finale si commuove ascoltando i videomessaggi della sua famiglia e ricorda di essersi separata da loro presto. I suoi per il bene dei fratelli si sono dovuti allontanare da lei, ma chiarisce: «Sapevo che lo facevano per il bene dei miei fratelli e non mi sono mai sentita abbandonata. Con la pallavolo sono stata poi sempre costretta a stare fuori casa e a viaggiare, la prima volta che mi sono separata dai miei è stato a 13 anni quando mi sono trasferita a Milano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA