Paolo Villaggio, il figlio Pierfrancesco parla della droga e del rapporto col padre: «Con la malattia tutto è cambiato»

Martedì 24 Agosto 2021
Paolo Villaggio, il figlio Pierfrancesco parla della droga e del rapporto col padre: «Con la malattia tutto è cambiato tutto»

Pierfrancesco Villaggio il secondo dei due figli di Paolo Villaggio, è nato dal matrimonio dell'attore con la genovese Maura Albites. Pierfrancesco è stato spesso al centro dell'attenzione mediatica: qualche tempo fa, infatti, era stata pubblicata su Vanity Fair un'intervista che aveva fatto discutere parecchio, nella quale il figlio di Villaggio ammetteva che la propria dipendenza dall'eroina era da attribuire anche alla figura del padre, spesso assente e con il quale era difficile relazionarsi.

Ebbene, Pierfrancesco questa sera prenderà parte alla prima puntata di Io li conoscevo bene, il nuovo programma di Rai3 con protagonisti gli uomini di spettacolo che hanno in qualche modo segnato la storia italiana del secondo Novecento.

 

 

A proposito della relazione col padre, Pierfrancesco aveva chiarito tutto nel corso di un intervento nella trasmissione Domenica Live: «Non è stata colpa di mio padre - ha confessato Piero -. Ma ho sofferto un'assenza, una mancanza dei miei genitori. Mio padre era impegnato con il suo lavoro, che lo portava via. Forse ero solo più sensibile degli altri bambini, avevo bisogno di una guida e lui non c'è stato, in buona fede, ma non c'è stato. A 17 anni ho iniziato a ricorrere all’eroina. Soffrivo una situazione di disagio, mi sentivo un pesce fuor d'acqua, ero timido. Un mio amico mi ha detto se volevo provare quella polvere, lui era già tossico e io l'ho provata senza pensarci. Era il 1979». Ma «il paradiso nascondeva l’inferno» - ha aggiunto - «È durato fino al 1984 e sono stato anche arrestato con del metadone».

Maurizio Costanzo in tv con "Io li conoscevo bene". Quattro serate evento da Villaggio a Vaime

Con la malattia, però, qualcosa è cambiato: «La rabbia che ho nutrito per anni si è quasi trasformata in tenerezza». Paolo aveva il diabete e morì nel 2017 a causa di una serie di complicanze respiratorie. Prima che fosse troppo tardi, lui e il figlio riuscirono a trovare una quadra: Pierfrancesco, intanto, guarì definitivamente dalla sua dipendenza grazie al sostegno della comunità di San Patrignano.

Ultimo aggiornamento: 14:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA