Pappalardo con la foto di Falcone e Borsellino sul leggio. La sorella del magistrato ucciso a Capaci: «Intollerabile»

Martedì 2 Giugno 2020 di Simone Pierini
Pappalardo con la foto di Falcone e Borsellino sul leggio. La sorella del magistrato ucciso a Capaci: «Intollerabile»

La foto di Falcone e Borsellino sul leggio dell'ex generale dei carabinieri Antonio Pappalardo, leader del movimento dei gilet arancioni. Un'immagine che Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso dalla mafia a Capaci, 28 anni fa, giudica «intollerabile». Per la presidente della Fondazione che del giudice porta il nome si è trattato di un «uso strumentale dell'immagine di due magistrati che hanno dato la vita per le istituzioni e per il rispetto delle leggi. Il contrario di quello che propugna l'ex ufficiale dell'Arma»

Leggi anche Gilet arancioni in piazza del Popolo senza mascherina, Pappalardo: «Salvini mi ha rubato l'intervista»

La donna ha appreso la notizia e ha reagito con forza a questo accostamento, inaccettabile per i contenuti proposti da Pappalardo, che ha dispensato offese nei confronti del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e di tutte le istituzioni. La foto di Falcone e Borsellino era affissa sul leggio da dove l'ex generale dei carabinieri ha portato avanti il suo comizio di fronte a poche centinaia di persone. 

Poche le mascherine e completamente azzerato il distanziamento sociale per i gilet arancioni che non accettano le regole imposte dal governo. «Mussolini durante la marcia su Roma non l'ha fermato nessuno, ma a noi ci vogliono fermare, hanno fermato i nostri pullman per non farci manifestare», ha anche aggiunto Pappalardo nel suo discorso. Riguardo alle emergenze sanitaria, Pappalardo ha dichiarato: «Me li curo da solo i polmoni, già ci sono dei ricoveri per l'uso eccessivo delle mascherine». 

 

Ultimo aggiornamento: 18:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA