Il principe Andrea vuole tornare alla vita pubblica dopo lo scandalo sessuale Epstein, ma Carlo e William si oppongono

Lunedì 26 Ottobre 2020 di Silvia Natella
Il principe Andrea vuole tornare alla vita pubblica dopo lo scandalo sessuale Epstein, ma Carlo e William si oppongono

Il principe Andrea, terzogenito della regina Elisabetta, è stato costretto ad allontanarsi dalla vita pubblica dopo il coinvolgimento nello scandalo sessuale legato al pedofilo Jeffrey Epstein. Il duca di York, tuttavia, sarebbe pronto a rilanciare il suo nome e la sua immagine per riassumersi, almeno in parte, i doveri di membro della Famiglia Reale. Come riporta il Telegraph, citando fonti di Buckingham Palace, sono in corso discussioni sul suo futuro. 

LEGGI ANCHE  Orlando Bloom «adorabile», Nicky Minaj una «stro***» 

Andrea è stato estromesso dalla vita pubblica, ha deciso di fare un passo indietro dopo la clamorosa intervista concessa alla Bbc in cui respingeva le accuse di violenza sessuale su minore, cercava di giustificare la sua amicizia con il finanziare pedofilo e non esprimeva alcun rimpianto né forma di empatia per le vittime. Adesso per il duca e sua madre, che ha un debole conclamato per lui, è arrivato il momento di dare un colpo di spugna al passato. 

Sembra che il principe Andrea, che ha dovuto rinunciare ai festeggiamenti per il suo sessantesimo compleanno, stia pianificando un ritorno ai doveri reali ufficiali. Una fonte vicina al principe racconta che Andrea ha trascorso questi mesi nella tenuta di Windsor pensando a come possa riprendere un ruolo pubblico. A ostacolarlo ci sarebbero il fratello Carlo e il nipote William, che temono una ricaduta a livello di immagine dell'intera famiglia. «La sua reputazione è indelebilmente associata a Epstein e non può liberarsene», avrebbero detto gli eredi al trono. 

Video

«Qualsiasi ruolo pubblico futuro per il duca sarebbe - e dovrebbe - essere diverso. Non può semplicemente tornare a come erano le cose. Sta pensando molto intensamente a come può servire al meglio il suo Paese... Tutto questo deve ancora essere discusso in famiglia e con altre parti interessate come il governo e i funzionari del palazzo. È sua intenzione tornare ai doveri pubblici, ma per farlo dovrà aspettare l'esito del processo Epstein negli Stati Uniti e riabilitare il suo nome», aggiunge la fonte. 

Ultimo aggiornamento: 16:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA