Raffaella, la nonnina centenaria di Sarno: «Il segreto? Non impicciarsi»

nonna raffaella
di Rossella Liguori

Le candeline in fila sulla torta, ed un soffio, due, forse tre, per spegnerle tutte. Sono 100, colorate e con la fiamma che ondeggia da una parte all'altra. Nonna Raffaela Orza, circondata dai figli, da 5 nipoti e 2 pronipoti ha tagliato un traguardo magico: 100 anni. E Sarno si riconferma la città dei centenari. Festeggia oggi nonna Raffaella il suo centesimo compleanno. Nata il 12 febbraio 1918, casalinga, ed una vita dedicata alla famiglia. Legge i giornali, scrive e dispensa consigli su come vivere a lungo. «Bisogna essere discreti, non impicciarsi - dice - Dovete farvi i fatti vostri». Sorride davanti alla torta a mezzanotte, una sopresa organizzata dai nipoti. Vive con un figlio ed un cagnolino che, dopo una brutta caduta, le dà forza e motivazione. «Ha sempre vissuto per accudire il marito e la famiglia - racconta la nipote Raffaella - Quando ci fu la frana a Sarno, il 5 maggio del 1998, lei era accanto a mio nonno ricoverato, e si salvò». 
Lunedì 12 Febbraio 2018, 12:45 - Ultimo aggiornamento: 12-02-2018 12:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP