Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ritrova la famiglia prima di morire: la commovente storia di Cesare

Sabato 5 Novembre 2016
Cesare Gamba

CHIOGGIA - Ritrova la sua famiglia a 59 anni poco prima di morire. La vita di Cesare Gamba, diversamente abile ed epilettico, potrebbe essere tranquillamente la trama di un film. Nato da una famiglia problematica, per lui si sono aperte subito le porte dell'orfanotrofio di Venezia. Dopo l'orfanotrofio è passato da un istituto all'altro: Thiene, Mogliano, Ponte di Piave. La collaborazione tra cooperativa Titoli Minori, cooperativa Emmanuel e la responsabile dell'unità operativa disabilità dell'Asl 14 Loredana Boscolo, 4 anni fa ha permesso a Cesare di tornare a Chioggia, e di integrarsi benissimo.

Nelle ricorrenze più importanti, gli occhi di Cesare però si intristivano. «Tutti gli altri hanno i parenti che li vengono a trovare e io nessuno», diceva agli operatori. Un vuoto difficile da colmare. Ci hanno provato le cooperative Titoli minori ed Emmanuel, che hanno cominciato a scavare nel passato di Cesare per capire se c'era la possibilità che qualche suo parente fosse ancora in vita. Alla fine sono stati individuati un fratello ed una sorella, emigrati in altre città. Non sapevano nulla di Cesare; hanno acconsentito emozionatissimi ad incontrarlo. A Cesare non sembrava vero di avere davanti quella che, a tutti gli effetti, era la sua famiglia. Un male lo ha portato via a inizio ottobre. Fino all'ultimo è stato circondato dall'affetto della sua ritrovata famiglia e di chi si è sempre preso cura di lui all'interno della comunità.

Ultimo aggiornamento: 20:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA