Terza laurea a 93 anni: dopo economia e sociologia, arriva il 110 e lode in filosofia per Benito

Venerdì 2 Ottobre 2020 di Nico Riva

110 e lode in FIlosofia con una tesi su Heidegger: così si porta a casa la sua terza laurea. Uno studente modello dell’Università del Piemonte Orientale, nonostante la veneranda età: il neodottore è infatti 93enne. «Amo tutto il sapere, non solo la filosofia. La forza e la determinazione per studiare mi arrivano da lì», ha dichiarato il biellese Benito Rimini a La Stampa. Presenti durante la discussione della tesi il figlio Luigi, la nipote Lavinia e la nuora Olga. 

La prima laurea di Benito Rimini arrivò nel 1954 in Scienze economiche e commerciali, presso l’Università degli studi di Perugia. La seconda l'ha conseguita invece in Sociologia, nel 1990 presso l’Università degli studi di Urbino. L'anno scorso aveva confessato al giornale locale Il Biellese: «Ho deciso di iscrivermi all’università nel 2016, dopo la morte di mia moglie Teresa. Era il 30 dicembre. Senza di lei temevo di non sapere come impegnare il tempo, perciò ho scelto di seguire la mia grande passione, la filosofia. Ho deciso di studiarla non più da autodidatta ma con un metodo sistematico».

Una passione lunga una vita quella per la filosofia, e soprattutto per quella del tedesco Martin Heidegger, il suo preferito. La tesi con cui ha conquistato il titolo e la lode infatti è dedicata proprio al pensiero esistenzialista di Heidegger: “Il tema dell’angoscia e del vivere per la morte in Heidegger (con uno sguardo sulla Filosofia della “svolta” dell’Autore)”. Nonostante l'età, ha dimostrato una mente brillante e tanta voglia di apprendere, giungendo alla fine del suo percorso di studi all'università con sede a Vercelli nel migliore dei modi. 

Ultimo aggiornamento: 18:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA