Da Tiktok a Youtube, giovani online anche 24 ore. E cresce il fronte dei pentiti

Mercoledì 10 Febbraio 2021 di Cristiana Mangani
Da Tiktok a Youtube, giovani online anche 24 ore. E cresce il fronte dei pentiti

Un antidoto alla solitudine, ma anche una possibile trappola che crea dipendenza e rischi. In periodo di lockdown i giovanissimi sembrano aver raddoppiato il loro attaccamento al web e alla connessione. E il dato emerge da uno studio condotto su oltre 10 mila ragazzi (solo nel 2020), di età compresa tra i 12 e i 16 anni. La rete rappresenta per molti di loro un amico, un complice, il modo migliore per informarsi, ma è anche un grande nemico,...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA