Ubriaca sul volo Ryanair atterra in Irlanda ma è convinta di essere in Spagna

Ubriaca sul volo Ryanair atterra in Irlanda ma è convinta di essere in Spagna
di Simone Pierini

Salire a bordo di un aereo, giungere a destinazione e non rendersi conto della destinazione di arrivo. Una storia che ha visto protagonista una donna irlandese di 38 anni, Ciara Bradshaw, protagonista di un volo vissuto da ubriaca tra la Spagna e l'Irlanda. Una volta giunta a destinazione, dopo aver dato in escandescenza durante tutto il tragitto aereo, era convinta di essere ancora in Spagna e ha aggredito il personale della Ryanair e gli agenti della sicurezza dell'aereoporto internazionale di Shannon. 

Al suo arrivo in Irlanda la signora Bradshaw è stata arrestata. La donna si è dichiarata colpevole di due accuse: stato di ebrezza e abuso verbale nei confronti del personale di bordo. Il giudicie del tribunale distrettuale di Ennis nella contea di Clare l'ha condannata a pagare una multa di 500 euro da destinare ai poveri. 

Secondo il racconto del capitano dell'aeromobile, la donna era completamente ubriaca e il suo stato avrebbe messo in pericolo i passeggeri durante il volo. L'avvocato difensore, John Casey, ha affermato che al momento dello sbarco la sua assistita si trovava «in uno stato tale che pensava di essere ancora in Spagna, non si era accorta di essere tornata in Irlanda».

Prima di salire a bordo aveva bevuto un mix alcolico fatto di Bailey's Irish Cream e vodka Smirnoff a cui aveva aggiunto dello Xanax per contrastare la sua paura di volare. Una volta giunta in Irlanda la donna si sarebbe scagliata contro il personale di bordo e contro gli agenti della sicurezza dello scalo perché convinta di essere ancora in Spagna. 
 
Giovedì 12 Settembre 2019, 19:46 - Ultimo aggiornamento: 12-09-2019 20:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP