La Vergine Maria diventa trans: la provocazione Lgbt+ che infiamma il web

Martedì 7 Dicembre 2021

La Vergine Maria diventa Trans, ecco l'ultima provocazione dell'attivista Lgbt+ Riccardo Simonetti. In un'Europa sempre più inclusiva arriva l'attacco ai tradizionali simboli cristiani. E la provocazione arriva dalla Germania, dove nei giorni scorsi la rivista Lgbt+ ha pubblicato  a tutta pagina l'immagine di una Vergine Maria in versione trans con tanto di barba. A farsi rappresentare così è stato l'attivista arcobaleno Riccardo Simonetti, italiano, ma tedesco d'adozione e ambasciatore speciale dei diritti Lgbt+ dell'Unione europea

 

Nel numero di dicembre del mensile «Siegessäule», il blogger è apparso in copertina nei panni di Maria e con un bambinello in grembo. In un'altra fotografia, l'attivista per i diritti arcobaleno viene ritratto nella rappresentazione di una Sacra Famiglia gay friendly, con un san Giuseppe dalla carnagione scura avvolto in una veste rosa. Le immagini sono state rilanciate sui social anche dallo stesso Simonetti. In un post su Facebook, l'influencer ha commentato: «Se ignoriamo il fatto che Gesù non era bianco, potremmo credere che la Vergine Maria avesse la barba. Perché no?».

 

 

Le immagini hanno fatto subito il giro del web, diventando virali in poco tempo e gli schieramenti sono ben divisi e opposti. C'è chi applaude la provocazione che sicuramente ha la qualità di far riflettere e aprire gli orizzonti verso la comunità Lgbt+ e chi, invece, proprio non riesce a digerire le immagini dell'iconografia religiosa completamente stravolte. 

Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio, 17:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA