Vittorio Sgarbi vuole visitare la mostra «a modo suo» e fuori orario: scoppia la lite a Verona

Verona. Sgarbi vuole visitare la mostra fuori orario e
ARTICOLI CORRELATI
Bagarre a Verona, protagonista il critico d'Arte Vittorio Sgarbi. In sintesi, Sgarbi, in città per una serie di eventi, ha chiesto di visitare la mostra a Castelvecchio “Bottega, Scuola, Accademia. La Verona dal 1570 alla peste del 1630”, peccato che la mostra alle 19.30 fosse già chiusa. Un problema da niente di fronte al critico, tant'è che è stato subito risolto e organizzata una visita notturna.

A quel punto, però, l'imprevisto: la visita di Sgarbi è stata disturbata dall'intervento dell'assessore alla cultura Francesca Briani che ha voluto, come da regolamento, che per la visita notturna fosse presente anche una pattuglia della polizia municipale. A quel punto Sgarbi è andato su tutte le furie e ha chiamato il Prefetto, gli agenti sono stati fatti rientrare.
Mercoledì 11 Settembre 2019, 16:51 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2019 17:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-09-12 15:29:38
... questo è il Bel Paese ................
2019-09-11 22:49:19
Pure io volevo visitare un museo fuori orario ma mi hanno detto che non era possibile guardandomi straniti. Ho chiamato il prefetto, ma non mi ha risposto.Chissà perchè.
2019-09-11 22:08:47
agli arroganti tutto è concesso, ad un anonimo cittadino magari anche disoccupato sarebbe stato permesso? Come si sarebbe comportato il "Sig." prefetto se fossi stato io a vooler visitare la mostra? Sarei curioso di saperlo ma non accadrà, sono solo un cittadino anonimo e non un arrogante Vittorio Sgarbi.

QUICKMAP