CORONAVIRUS

Bimbo separato dalla mamma per la quarantena scrive allo sceicco (e funziona)

Sabato 16 Maggio 2020 di Marta Ferraro
Bimbo separato dalla mamma per la quarantena scrive un'emotiva lettera a uno sceicco e funziona
Archie Appleyard, un bambino britannico di sette anni che vive negli Emirati Arabi Uniti, ha potuto riabbracciare la mamma, dalla quale è stato separato per due mesi a causa delle restrizioni imposte dal coronavirus, grazie a una toccante lettera che ha scritto di suo pugno a un sceicco.

Come raccontato dai media locali, Jessica Fitzjohn si era recata nel Regno Unito, partendo dagli Emirati Arabi Uniti a marzo, per partecipare al funerale di suo padre, tuttavia la donna non è stata in grado di tornare a casa.



Il piccolo Archie, che era rimasto negli Emirati Arabi Uniti con suo padre, ha deciso di scrivere al sovrano di Ras al-Khaimah, lo sceicco Saud bin Saqr Al Qasimi, per chiedere aiuto. Nella sua lettera, il bambino ha spiegato che da 52 notti si trovava lontano dalla madre. Inoltre, il piccolo ha allegato un disegno che lo ritrae con la mamma intitolato: il giorno in cui mamma tornerà a casa da me.

Dopo solo 24 ore, Archie ha ricevuto la risposta dello sceicco, l'uomo oltre a complimetarsi con lui per il coraggio dimostrato ha promesso al piccolo di aiutarlo.

Assistita dalle autorità del paese arabo, infatti, Jessica è atterrata negli Emirati Arabi Uniti e è tornata a casa dal suo bambino. Sebbene ora la donna e i familiari dovranno trascorrere 14 giorni in quarantena, la famiglia è felice per il ricongiungimento. © RIPRODUZIONE RISERVATA