Italia regina del caffè: produce un terzo del tostato Ue. Germania in seconda posizione

Sabato 2 Ottobre 2021
Italia regina del caffè, produce un terzo del tostato Ue. Germania in seconda posizione

L'Italia è al primo posto in Europa nella torrefazione del caffè. Nel 2020 il Made in Italy supera anche la Germania secondo dati Eurostat. Il nostro Paese ha torrefatto ben 616mila tonnellate di chicchi, il 32% della produzione totale dell'Ue. Seguono la Germania, con 571mila tonnellate (30%), la Francia (149mila tonnellate, 8%), l'Olanda (134mila tonnellate, 7%) e la Svezia (88mila tonnellate, 5%). Questi sei Paesi pesano per l'89% della produzione Ue di caffé tostato. Nel 2020 in tutto nell'Ue sono state prodotte 1,9 mln di tonnellate di caffé, in crescita del 10% rispetto al 2010 (1,8 mln). La produzione vale quasi 11 mld di euro ed equivale a circa 4,2 kg di caffé per abitante.

Caffè, cialde e capsule superano la caffettiera

Nel 2020, l'Ue ha importato 2,9 mln di tonnellate di caffé dall'estero, per un valore di 7,5 mld di euro, in aumento del 7% in volume rispetto al 2010, quando ne importava 2,7 mln di tonnellate. La maggioranza viene dal Brasile (933mila tonnellate, 32% del totale dell'import) e dal Vietnam (642mila tonnellate, 22%); seguono Honduras (216mila tonnellate, 7%), Uganda (166mila tonnellate, 6%), Colombia (154mila tonnellate, 5%), India (108mila tonnellate, 4%), Perù (96mila tonnellate, 3%), Etiopia e Indonesia (entrambe 78mila tonnellate, 3%). Le importazioni sono andate anzitutto in Germania (1,1 mln di tonnellate importate, 38% delle importazioni) e Italia (559mila tonnellate, 19%), prima di Belgio (309mila tonnellate, 11%), Spagna (274mila tonnellate, 9%) e Francia (205mila tonnellate, 7%). 

 

Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre, 10:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA