G20, per delegati prodotti pugliesi a Km 0 tra focacce, ricotta e mozzarella

Lunedì 28 Giugno 2021
G20, per delegati prodotti pugliesi a Km 0 tra focacce, ricotta e mozzarella

Verranno accolti domai sera a Bari i delegati del G20 per il vertice dei ministri degli Esteri e della cooperazione allo sviluppo, tra sapori della Puglia a chilometro 0. II summit si terrà martedì a Matera. Verranno 'raccontate' le imprese agricole di Coldiretti Puglia e Campagna Amica e le eccellenze agroalimentari del territorio nello scenario della Muraglia in Via Venezia, al Borgo antico, in collaborazione con il Comune. «Il living show si aprirà - spiega Coldiretti Puglia - con la filatura delle mozzarelle in diretta, il pane Dop di Altamura che accompagnerà la 'pecora alla rizzola', gli assaggi di salumi della norcineria pugliese e formaggi con il pane e la focaccia di Laterza, la pasta con il pomodoro fresco e la ricotta marzotica e i panzerotti della tradizione barese preparati dai cuochi contadini degli agriturismi di Campagna Amica, fino ad arrivare alle degustazioni di olio extravergine di oliva».

 

Made in Italy, prodotto di bufala è 15% della produzione totale di mozzarella

 

Il settore enogastronomico è il vero traino dell'economia turistica pugliese caratterizzato da 60 milioni di ulivi di cui quasi il 50% monumentali, 251 prodotti riconosciuti tradizionali dal Mipaf, 9 prodotti Dop (5 oli extravergini, il Pane di Altamura, il canestrato pugliese, la mozzarella di bufala e l'oliva Bella di Cerignola) e 29 vini Doc, oltre a pregevoli masserie storiche, le più belle d'Italia. «L'enogastronomia rappresenta il volano per lo sviluppo di tutto il territorio, elemento di promozione del paesaggio, della cultura e il G20 sarà una occasione imperdibile per presentare questo straordinario spaccato della Puglia», afferma Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia, con il cibo che sarà quest'anno «la voce principale del budget delle famiglie in vacanza in Puglia con circa un terzo della spesa di italiani e stranieri destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per street food o specialità enogastronomiche, senza dimenticare i souvenir», conclude Muraglia.

Ultimo aggiornamento: 15:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA